facebook twitter rss

Da Cesare Bocci a Angela Finocchiaro:
il teatro Verdi scalda i motori

POLLENZA - Il cartellone della stagione teatrale, al via il prossimo 24 novembre con "Stalking fatale", rivela tanti grandi ospiti, tra cui Federico Buffa, Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
87 Condivisioni

 

Il teatro Giuseppe Verdi di Pollenza

 

Presentato il cartellone della stagione teatrale 2019-20 del “Giuseppe Verdi” di Pollenza. Il gioiello architettonico progettato da Ireneo Aleandri ospita ormai da anni una delle stagioni più ricche del territorio, con un’offerta di spettacoli che va dalla prosa classica, alla commedia brillante, dando spazio alle più blasonate compagne nazionali così come a tanti amatori.

Cesare Bocci e Tiziana Foschi

Si inizia il 24 novembre con “Stalking fatale” di Mario Paciaroni, un musical per sensibilizzare sulla grave tematica della violenza di genere. Il 30 novembre sarà invece la volta di “Varietà che passione!”, uno scoppiettante show proposto dall’Aido per la rassegna “I Donattori”. Si cambia genere il 7 dicembre con “Poesia di Strada”, il concorso internazionale di poesia curato dall’associazione Licenze Poetiche, che ha scelto il teatro pollentino per la sua serata conclusiva. Il 14 e il 15 dicembre il musical “Il piccolo poeta” metterà in mostra le doti artistiche dei ragazzi dell’oratorio Cardinale Cento, mente il 19 dicembre si terrà il tradizionale concerto di Natale del corpo bandistico “Giuseppe Verdi”. La sera di Natale l’appuntamento a teatro è con il concerto di Virginia Gospel Ensamble per il San Severino Blues Festival Winter. L’anno nuovo inizia invece nel segno dell’Amat che il 18 gennaio propone “Ho perso il filo”, commedia ideata e interpretata dalla bravissima Angela Finocchiaro. A seguire il 31 dennaio sarà la volta di Cesare Bocci e Daniela Spada impegnati nella toccante storia “Pesce d’Aprile”.

Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi

Ancora uno spettacolo Amat è fissato per il 16 febbraio, con l’adattamento dal titolo “Donchisciotte” interpretato da Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi. La chiusura della rassegna Amat sarà il 2 marzo, con il quartetto di attori composto da Roberto Ciufoli, Benedicta Boccoli, Simone Colombari e Sarah Biacchi, protagonisti delle appassionanti vicende de “Il Test”. Un grande classico come “Notre Dame de Paris” andrà in scena il 20 marzo, a cura della compagnia Desart per la regia di Letizia Scaringella, così come l’opera immortale è “La Tempesta” di William Sheakespeare, in calendario per il 4 aprile in una versione firmata da Gabriela Eleonori per la Compagnia della Marca. Una serata singolare è prevista per il 16 aprile con Federico Buffa, che affascinerà il pubblico con il racconto del mondiale di calcio 1982. A chiudere la stagione sarà l’8 maggio la compagnia Gli Smisurati con “Fuori Misura 2020”, terza edizione della rassegna teatrale premio Giovanni Soldini. Per i quattro spettacolo Amat viene data la possibilità di abbonarsi a un prezzo ridotto recandosi al botteghino del teatro nei giorni 7, 14, 15, 19 e 25 dicembre, dalle 17 alle 20. Una priorità sarà invece riconosciuta agli abbonati delle passate stagioni che potranno rinnovare il loro carnet nei giorni 15, 24 e 30 novembre, sempre al botteghino dalle 17 alle 20. Per informazioni e prenotazioni sugli altri spettacoli è possibile contattare nei giorni di spettacolo il numero 0733549936 o nei giorni feriali il 3494730823 dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19.

 

Angela Finocchiaro



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X