facebook twitter rss

Macerata celebra il 4 novembre:
il tricolore sfila in provincia (FOTO)

CERIMONIE in diversi Comuni per la Giornata dell'unità nazionale e delle Forze armate. Nel capoluogo la celebrazione provinciale al Monumento ai Caduti
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
69 Condivisioni

 

Le autorità civili e militari, insieme agli studenti delle scuole superiori, di fronte al Monumento ai caduti

 

Celebrata questa mattina in diversi centri della provincia la festa dell’Unità nazionale e la giornata delle Forze armate. A Macerata, a prendere parte ai festeggiamenti, sono stati il prefetto Iolanda Rolli, il sindaco Romano Carancini e altri primi cittadini, il deputato leghista Tullio Patassini e le autorità civili e militari.

La messa nella parrocchia dell’Immacolata

Dopo la messa nella parrocchia dell’Immacolata, i gonfaloni dei Comuni della provincia, insieme alle associazioni d’arma, hanno sfilato fino al Monumento ai caduti, in piazza della Vittoria, per onorare il sacrificio di quanti hanno dato la loro vita per il bene e la salvaguardia del paese. Gli uomini dell’Arma hanno deposto una corona di alloro proprio sotto la targa onoraria. A prendere parte alla cerimonia anche gli studenti del liceo linguistico Leopardi e dell’istituto tecnico commerciale Gentili di Macerata, che hanno celebrato lo spirito di sacrificio, l’amore per la patria e il senso di responsabilità civile.

Le celebrazioni a Civitanova, con la deposizione della corona d’alloro in Comune

La ricorrenza è stata celebrata anche a Civitanova. L’assessore Barbara Capponi, insieme al comandante della Compagnia dei carabinieri Massimo Amicucci e Lorenzo Sabatucci, dirigente del commissariato di polizia, hanno deposto una corona d’alloro in piazza XX settembre, di fronte alla sede del Comune. Sono seguite altre due deposizioni, una sulla targa ai caduti di tutte le guerre a Civitanova alta e un’altra in piazzale Italia, alla presenza di autorità civili e militari, tra cui la deputata pentastellata Mirella Emiliozzi. Il corteo si è quindi spostato al Cecchetti, dove gli studenti della scuola Ungaretti e dell’istituto Sant’Agostino hanno esposto alcune riflessioni sulla giornata di oggi.

I presenti ai festeggiamenti in piazza della Libertà a Tolentino

Momenti di grande emozione anche a Tolentino: dopo la messa, il corteo ha raggiunto il Monumento della vittoria e qui ha deposto una corona, in memoria delle vittime di tutte le guerre. I partecipanti si sono poi spostati in piazza della Libertà, dov’è stato suonato il “Silenzio”. Al termine della cerimonia, il vicesindaco Silvia Luconi e Giacomo De Carlini, comandante della Compagnia dei carabinieri di Tolentino, hanno deposto una corona sulla lapide che si trova sulla facciata del comune, che ricorda proprio il 4 novembre e la fine del conflitto. Le stesse celebrazioni si sono svolte anche nei comuni di Camerino, in piazzale Vittoria, di fronte all’ingresso della rocca Borgesca, e a San Severino, al monumento dedicato ai caduti. 

 

La messa nella parrocchia dell’Immacolata

Il deputato leghista Tullio Patassini alle celebrazioni di Macerata

Il prefetto Iolanda Rolli insieme agli studenti

Gli studenti delle scuole superiori

La corona di alloro viene deposta al Monumento ai caduti

Civitanova

L’assessore Barbara Capponi, accanto al comandante Amicucci e al direttore del commissariato Sabatucci

L’incontro con gli studenti al Cecchetti

Il comandante della Compagnia dei carabinieri di Tolentino, Giacomo De Carlini

Tolentino

Le celebrazioni a Camerino

Le celebrazioni a San Severino

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X