Presentata la Santo Stefano-Avis,
Ceriscioli saluta i Campioni d’Italia:
«Una squadra che regala emozioni»

BASKET IN CARROZZINA - La società portopotentina pronta a difendere lo Scudetto. Il presidente della Regione: «Formazione che per le sue grandi capacità, determinazione e coesione non deve temere nessuno»
- caricamento letture

 

santo-stefano-avis-2-650x488

La presentazione della Santo Stefano Avis

 

Lei, la splendida Coppa consegnata ai vincitori dello scudetto, a troneggiare in mezzo al rettangolo di gioco del PalaPrincipi. Tutti intorno i giocatori, il coach, lo staff tecnico, le massime autorità e gli imprescindibili sponsor. Sugli spalti i colorati e gioiosi ragazzini dell’istituto comprensivo “Raffaello Sanzio” di Porto Potenza Picena. E’ così andata in scena la presentazione ufficiale della Santo Stefano-Avis, campione d’Italia in carica, alle porte dell’ennesima stagione nel gotha del basket in carrozzina italiano.

santo-stefano-avis-3-325x244

L’intervento del governatore Luca Ceriscioli

Per la squadra l’appuntamento agonistico con l’inizio del nuovo campionato sarà il prossimo 9 novembre quando, al PalaPrincipi alle17, ci sarà la palla a due tra i portopotentini e Bergamo. «Un grande in bocca al lupo alla squadra – ha detto il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli – che non deve temere nessuno per le sue grandi capacità, determinazione e coesione, che è stata capace di regalarci grandissime emozioni. Oggi non potevamo non essere qui con i tifosi scatenati che sono di buon auspicio». «Lo Scudetto dello scorso anno – ha sottolineato il presidente Mario Ferraresi – è stato come la realizzazione di un sogno. Abbiamo fatto qualcosa davvero di bellissimo ma, visto che l’appetito vien mangiando, quest’anno vogliamo difendere con le unghie e con i denti questa bellissima Coppa. Un ringraziamento particolare va ai nostri sponsor, senza i quali nulla di tutto questo sarebbe possibile». «Per noi siete un orgoglio – ha detto il sindaco di Potenza Picena, Noemi Tartabini – da 40 anni portate il nome di questo territorio e del nostro Comune in tutta Italia e in Europa. Da quest’anno addirittura come Campioni d’Italia. Complimenti e in bocca al lupo». «Conosco questa società sportiva da una vita – ha detto Luca Savoiardi, presidente del Comitato Paralimpico Marche – e da sempre è sinonimo di serietà, professionalità, impegno, sacrificio, lavoro, tutto finalizzato a consentire di praticare sport ai tantissimi ragazzi che hanno indossato questa maglia».

santo-stefano-avis-1-300x400Alla presentazione ufficiale della squadra erano presenti anche i main sponsor, Santo Stefano Riabilitazione con Lorenzo Buldrini, e Avis Marche e Macerata, con Massimo Lauri e Silvano Gironacci.
Caldissimi gli spalti grazie alla bella e festosa presenza delle scuole, con l’istituto comprensivo Raffaello Sanzio di Porto Potenza partner della Santo Stefano Sport per uno splendido progetto di inclusione e sensibilizzazione. La rosa ed i nuovi arrivi- La S. Stefano ha confermato gran parte della squadra dello scorso anno, con Tanghe, Ruiz, Bedzeti, Ghione, Giaretti, Schiera, Saaid, Feltrin, Biondi, Bianchi, ai quali si sono quest’anno aggiunti lo statunitense Tommie Lee Gray e l’Inglese Harry Blith. In uscita, rispetto al roster della scorsa stagione, il francese Sofyane Mehiaoui e Alessandro Boccacci.  Il coach ha distribuito “le deleghe” e, di comune accordo, deciso quest’anno per il doppio capitano: ad Enrico Ghione capitano del primo storico Scudetto, si aggiungerà, infatti, anche Sabri Bedzeti. Un riconoscimento al macedone naturalizzato italiano e “portopotentino d’adozione” che in questi anni è molto cresciuto sotto tutti i punti di vista, in campo e fuori dal campo.  Il tridente si completerà quest’anno con una terza figura di riferimento per i giocatori, quel Dimitri Tanghe anche quest’anno tra le fila della Santo Stefano – Avis, leader storico della squadra e “chioccia” per tutti gli altri.

SANTO-STEFANO-AVIS



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X