Da Anestesia a Bananastasia,
ironia sui social
per il concerto cancellato

CIVITANOVA - Se da una parte il sindaco ha espresso il proprio rammarico per la cancellazione della data della cantante, dall'altra non sono mancati gli sfottò su internet. Aldo Ascani: «Scelta una meteora degli anni 90, ferma da oltre 10 anni, in un mondo discografico che va a 300 all'ora»
- caricamento letture

b9e97513-a8e6-4f6c-9540-05f5b0e0f7a2-e1559745799679-320x400

 

Cancellato il concerto di Anastacia, l’ironia corre sul web. Commenti, reazioni e satira a seguito dell’annullamento del concerto dell’artista statunitense che si sarebbe dovuto svolgere sabato allo stadio di Civitanova. L’organizzazione ha annullato (ora si parla di un rinvio, ma non è stata fornita nessuna data alternativa) la tappa per i pochi biglietti venduti. Il forfait ha scatenato l’ilarità dei civitanovesi anche perchè inizialmente il concerto era stato annunciato in pompa magna come l’evento dell’anno. Da un lato chi critica l’amministrazione per l’ennesimo evento saltato (anche se il concerto di fatto era organizzato da un esterno e l’amministrazione aveva dato il patrocinio gratuito concedendo lo stadio visto che l’iniziativa in un primo momento era legata al centenario della civitanovese calcio) e chi invece punta sull’ironia. Il sindaco Fabrizio Ciarapica con una nota si è detto rammaricato per l’annullamento: «A pochi giorni dall’evento dispiace apprendere che il concerto non si farà più. C’era stato inizialmente un grande interesse da parte del pubblico per questo evento e purtroppo, nonostante la nostra amministrazione si fosse resa disponibile con l’agenzia privata richiedente a mettere a disposizione lo stadio e a concedere gli spazi pubblicitari, oggi apprendiamo che è stato cancellato. Un’occasione mancata – ha concluso il primo cittadino – di visibilità e di promozione per la nostra città». L’ex consigliere comunale Belinda Emili fa notare come ora che si parla di flop l’amministrazione prenda le distanze dall’organizzazione del concerto, mentre invece quando era stato annunciato in grande stile ne parlava come una “opportunità”. Fra i commenti anche quello di un addetto ai lavori come Aldo Ascani, gestore di locali notturni e organizzatore di concerti che addebita il flop a scelte errate: «artisticamente parlando hai scelto una meteora degli anni 90 di grandissimo spessore, ma ferma da oltre 10 anni in un mondo discografico che va a 300 chilometri orari». Tra i commenti più aspri quello dell’ex vicesindaco Giulio Silenzi che elenca i vari eventi annunciati e mai realizzati: «incredibile ma vero – scrive Silenzi – mongolfiere, frecce tricolori, Anastasia, lanterne. Al peggio non c’è mai fine. E scusate mi ero dimenticato la Kostner al palaghiaccio». «L’unica cosa che non è stata annullata è di certo la retroattività delle bollette dell’acqua – commenta Mirella Franco – non sarebbe meglio annullare questi amministratori della “propaganda vuota”, degli annunci ai quali segue il nulla, e rimandarli tutti a casa? Aiutiamoli a casa loro». Esilaranti le uscite ironiche: tra tutte i fotomontaggi del consigliere Pier Paolo Rossi con “Anestesia” e l’artista che assume il volto dell’assessore al turismo e cultura Maika Gabellieri. Sulla stessa scia anche la matita di Dimitri Papiri che parla di “bidone consecutivo” del “Bananastasia tour”. Un attivista del Movimento 5 stelle invece Fiorello Macellari modifica la foto del sindaco dal balcone con lo striscione di ringraziamento per la Lube che diventa invece la foto dell’artista con la scritta “cancelled”.

(l. b.)

 

anastasia-ironia-1-473x650

anastasia-ironia-2-650x488



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X