facebook twitter rss

Decreto Sicurezza,
proposta la sospensione

MACERATA - I consiglieri Ciarlantini e Valentini hanno presentato un ordine del giorno per discutere del tema in Consiglio comunale. L'assise torna a riunirsi dopo la pausa festiva il 21, 22 e 23 gennaio
sabato 12 Gennaio 2019 - Ore 14:23 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Da sinistra Enzo Valentini e Gabriella Ciarlantini

La sospensione del decreto sicurezza sul piatto del consiglio comunale di Macerata. A proporla con un ordine del giorno i consiglieri Gabriella Ciarlantini ed Enzo Valentini di “A sinistra per Macerata bene comune”. Sarà questo uno dei provvedimento al vaglio dell’assise, che torna a riunirsi dopo la pausa festiva. Tre pomeriggi, il 21, 22 e 23 gennaio a partire dalle 16,30, in cui recuperare anche tanti punti che il Consiglio trascina ormai da mesi, complici anche diverse sedute rimandate per la mancanza del numero legale.

Le interrogazioni saranno presentate il 21 gennaio alle 15. Saranno chiesti chiarimenti sulla gestione del Palasport Fontescodella (Andrea Marchiori del Gruppo misto e Riccardo Sacchi di Forza Italia), sulla situazione del muro di cinta dello stadio della Vittoria (Andrea Marchiori del Gruppo misto) e l’esito dell’avviso di mobilità fra enti pubblici per la copertura di un posto di dirigente del servizio Cultura e rapporti con l’istituzione Macerata cultura (Paolo Manzi del Pd). A seguire una sola delibera sulla correzione alla variante al Piano regolatore generale per errori materiali del documento. Sei poi gli ordini del giorno. Oltre a quello sul decreto sicurezza anche la proposta sul nuovo regolamento per il benessere degli animali che vivono in città (Carla Messi del Movimento 5 stelle), sullo stato dei lavori nei cantieri edili in città e della manutenzione delle aree (Davide Miliozzi di Pensare Macerata), sulla proposta di legge sull’insegnamento dell’educazione alla cittadinanza come materia autonoma con voto nei curricula scolastici (Paolo Manzi del Pd), sull’eventuale trasferimento dei corsi di laurea fuori città (Maurizio Del Gobbo del Pd) e infine sul trasferimento del rifornimento di Piediripa sulla nuova bretella Mattei-La Pieve (Ivano Tacconi dell’Udc). Cinque infine le mozioni in discussione. riguarderanno l’accattonaggio molesto (Paolo Renna di Fratelli d’Italia), l’uso di piccoli mezzi elettrici per mobilità sostenibile, il “Plastic free challenge” e un albero per ogni nuovo nato (Movimento 5 stelle) e la gratuità della sosta per disabili (Marco Menchi della Città di tutti e altri consiglieri di maggioranza).
Nel caso in cui la seduta del 23 gennaio andasse deserta, la seconda convocazione è fissata per il 25 gennaio alle 16,30.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X