facebook twitter rss

Controllo del vicinato,
avviato il progetto
a Porto Recanati

SICUREZZA - Siglato il protocollo tra il prefetto Iolanda Rolli e il sindaco Roberto Mozzicafreddo
martedì 8 Gennaio 2019 - Ore 19:44 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Da sinistra: il colonnello Amedeo Gravina (Finanza), il colonnello Michele Roberti (Carabinieri), il questore Antonio Pignataro, il prefetto Iolanda Rolli, il sindaco Mozzicafreddo

 

Il controllo del vicinato arriva anche a Porto Recanati. Firmato stamattina il protocollo tra il prefetto Iolanda Rolli e il sindaco Roberto Mozzicafreddo per dare avvio al progetto di sicurezza partecipata. Si tratta di un tassello dell’azione di prevenzione e contrasto del crimine in provincia, in particolar modo dei furti. Il protocollo, i cui contenuti sono stati rivisitati alla luce delle recenti leggi in materia di sicurezza, valorizza l’azione dei cittadini, che, in qualità di importanti e vigili sentinelle della legalità, potranno contribuire all’innalzamento degli standard di sicurezza della propria comunità mediante una collaborazione fattiva con le forze dell’ordine.

Iolanda Rolli e Roberto Mozzicafreddo

L’accordo prevede, infatti, un controllo attivo e diretto del territorio da parte dei cittadini che, mediante la costituzione di una rete di osservatori potranno fornire, per mezzo di un referente, un importante flusso di informazioni alla polizia. La sicurezza, ha sottolineato Rolli, declinata nelle sue differenti accezioni come sicurezza pubblica, sicurezza urbana, sicurezza sociale rientra tra le priorità istituzionali della Prefettura che la esercita – per i profili di competenza statale – attraverso l’azione di coordinamento propria del prefetto. Mentre è compito delle autonomie locali assumere iniziative per la prevenzione o il superamento di situazioni di degrado e disagio sociale che incidono sulla sicurezza, anche percepita, dei cittadini. La complessità dei problemi di governo del territorio, ha spiegato Rolli, richiede un nuovo modello gestionale in grado di affiancare, agli interventi delle forze dell’ordine, iniziative da parte dei cittadini, rafforzando quella sinergia cittadino/istituzioni che viene ritenuta la migliore risposta possibile ad ogni esigenza di sicurezza, per ottimizzare l’efficacia degli interventi e per scongiurare modalità d’azione che potrebbero esporre a inutili rischi. Il sindaco Mozzicafreddo ha anche anticipato che il sistema di videosorveglianza già attivo sul territorio sarà implementato con il sistema di lettura targhe grazie all’approvazione del progetto “Patti per l’attuazione della sicurezza urbana” e al conseguente finanziamento messo a disposizione dal ministero dell’Interno. Presenti alla firma il questore Antonio Pignataro, il colonnello Michele Roberti, comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Amedeo Gravina, comandante provinciale della Guardia di finanza.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X