Verso la prima campanella nel cratere
tra ritardi e tagli del nastro

SISMA - Rientro in classe il 17 settembre. A Caldarola slitta ancora la consegna dei lavori, a Valfornace sono da affidare. Per Muccia ci penserà la fondazione di Andrea Bocelli e il nuovo istituto dovrebbe essere pronto nel 2019. A Gualdo tutto ok per l'inaugurazione. Sugli organici l'allarme del sindaco di Pieve Torina
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

lavori-scuola-caldarola-7-650x488

Il cantiere della scuola di Caldarola

di Federica Nardi

«Siamo in ritardo per la scuola». A dirlo non sono studenti dormiglioni ma i sindaci di alcuni Comuni del cratere. La prima campanella suonerà il 17 settembre, ma per alcuni centri colpiti dal terremoto per sentirla squillare nei corridoi delle nuove scuole occorrerà attendere parecchio. Il conto alla rovescia degli alunni non corrisponde insomma con quello della burocrazia. A Caldarola la consegna slitta ancora. A Valfornace i lavori sono da affidare e a Muccia alla fine è arrivato Andrea Bocelli per il progetto del nuovo istituto che dovrebbe essere pronto a settembre 2019. Le eccezioni ci sono: Gualdo sta preparando i nastri dell’inaugurazione e a Pieve Torina la scuola c’è già da dicembre. Lì i problemi sono altri: «Il governo garantisca gli organici o dicano che non vogliono ricostruire», denuncia il sindaco Alessandro Gentilucci. 

terremoto-10-aprile-2018-sindaco-muccia-baroni-FDM-26-325x217

Il sindaco di Muccia Mario Baroni

Sarà la Fondazione del cantante Andrea Bocelli a realizzare la nuova scuola di Muccia. «E’ venuto da noi il presidente della fondazione per proporci il progetto. E noi gli abbiamo detto di sì». A raccontare il nuovo sogno del comune è il sindaco Mario Baroni. Perché in tempi incerti come quelli del post terremoto, il lavoro di Bocelli che ha già ricostruito nei tempi e nei modi previsti l’istituto Leopardi di Sarnano, è aria fresca in una palude di procedimenti che vanno per lo più a rilento. Ma non dove c’è la mano dei privati. «Faranno tutto loro, noi ci occuperemo solo della demolizione e delle fondazioni», spiega Baroni, anticipando un anno di progetti e di speranza per il suo Comune, che è riuscito nonostante il terremoto a non perdere ulteriori studenti. Muccia ha materna ed elementare, per un totale di 50 iscritti. «La nostra è una scuola a tempo pieno, quindi le famiglie portano i figli anche dai Comuni vicini. Abbiamo subito accettato la proposta della fondazione Bocelli. Stanno lavorando per la raccolta fondi e per il progetto. La tempistica? Settembre 2019».

lavori-scuola-caldarola-3-325x244

L’interno del cantiere della scuola di Caldarola

A Caldarola si cerca invece di non superare l’anno. L’allora commissario alla Ricostruzione Vasco Errani aveva assicurato i lavori «entro settembre». Era novembre del 2016. E adesso se ne riparla, se va bene, per Natale 2018. «Settembre è improponibile – dice Luca Maria Giuseppetti -, ci sono ancora lavori da fare. La ditta sta lavorando a ritmi serrati ma voglio consegnare la scuola quando sarà tutto finito. Il ritardo si poteva immaginare, per gestire tutte queste pratiche sarebbe servito più personale. Non è una scuola piccola, sono 1.800 metri quadri su due piani, con auditorium». Nonostante i ritardi il Comune non ha comunque perso alunni. «Tra materna, elementari e medie anche quest’anno abbiamo circa 250 iscritti – spiega Giuseppetti -. Abbiamo perso pochi alunni, quelli delle famiglie che per forza di cose sono andate a vivere lontano. Mentre chi ha trovato sistemazioni in Comuni vicini continua a portare i figli a Caldarola».

scuola-valfornace-1-325x244

La scuola donata a Valfornace

Un attaccamento incoraggiato sicuramente dalla consegna delle soluzioni abitative d’emergenza, che hanno fatto la differenza anche a Valfornace dove la tendenza degli iscritti si mantiene quasi identica a quella dell’anno scorso. «Abbiamo 75 iscritti – spiega il sindaco Massimo Citracca -, e possiamo contare su una struttura donata ed efficientissima. Sicuramente la consegna delle sae ha aiutato, perché l’anno scorso i genitori facevano avanti e indietro pur di portare i bambini qui. Ora stiamo cercando di affidare i lavori per la scuola, in modo da realizzarla dov’era prima. Ma non è facile con questa burocrazia».

lavori-romolo-murri-gualdo-scuola

La scuola di Gualdo è quasi pronta per l’inaugurazione

Pieve Torina la scuola nuova ce l’ha già. Consegnata lo scorso dicembre e realizzata grazie a imponenti finanziamenti privati più una fetta di sms solidali. Ma il problema è che «il nuovo governo – dice il sindaco Alessandro Gentilucci -, deve mantenere gli organici. Se ci tolgono gli insegnanti significa che non vogliono ricostruire. La scuola è un punto di riferimento». Una stima sugli iscritti? «Dovremmo cavarcela – taglia corto Gentilucci -, per le medie abbiamo più o meno tutti. Ma è ovvio che tante famiglie sono altrove per le inagibilità delle case. Chi è rimasto qui sta in casetta o nei moduli per gli allevatori». Dall’altra parte della vallata, a Gualdo, il sindaco Giovanni Zavaglini festeggia invece un doppio traguardo. «Non abbiamo perso alunni – annuncia -, e a metà settembre, prima dell’inizio dell’anno scolastico, inaugureremo la nuova scuola». Un istituto donato grazie alla raccolta fondi dei bresciani, che hanno anche coinvolto gli alunni nella progettazione della nuova “Romolo Murri”. Nel cuore dell’epicentro delle scosse di due anni fa tuttavia la situazione è ben diversa. A Visso, il 24 agosto, il sindaco Giuliano Pazzaglini ha stilato un bilancio negativo: «Manca la metà degli iscritti».

24 agosto, due anni dopo: «La popolazione è dimezzata Un bilancio? Negativo»

“La Notte di Andrea Bocelli” per la scuola di Muccia

Lavori di asfaltatura per l’inaugurazione della nuova scuola

Al via i lavori per la primaria antisismica

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X