Colle Ascarano: restyling internazionale
Architetti e studenti a braccetto

SAN GINESIO - Si è concluso il workshop: professionisti provenienti da varie regioni d'Italia e d'Europa hanno collaborato con i ragazzi del Renzo Frau. Nuovo look per i giardini del parco
- caricamento letture

san-ginesio-colle-ascano-3-650x366

I ragazzi che hanno partecipato al progetto

 

Dieci giorni di incessante lavoro per realizzare il restyling del Colle Ascarano. Il workshop internazionale di progettazione e autocostruzione, che ha visto giovani architetti e designer provenienti da varie regioni d’Italia e d’Europa collaborare con docenti e studenti dell’istituto superiore Renzo Frau  ha fatto tappa nel “Balcone dei Sibillini” dal 7 al 16 luglio: dal Trentino (Primiero) è arrivato il legno, mentre dalle migliori Università la creatività dei laureati in architettura. Il progetto ha avuto la finalità di realizzare un allestimento urbano funzionale capace di riportare l’attenzione  su un territorio martoriato dal sisma, utilizzando il processo stesso di progettazione e realizzazione come momento di aggregazione e socialità. Il workshop ha condotto i partecipanti all’ideazione e alla realizzazione di manufatti in legno, basandosi sulle suggestioni tematiche fornite dall’amministrazione comunale  e sviluppando un approccio progettuale e realizzativo attento all’ambiente, pratico e in stretto legame con il contesto.

san-ginesio-colle-ascano-5-325x183

In particolare il tema del corso si è basato sulla valorizzazione dei giardini del Colle Ascarano – da cui si può ammirare una veduta sui Sibillini mozzafiato – e i partecipanti hanno realizzato strutture di pubblica utilità quali un nuovo palco multifunzionale ricavato in sinergia con la centrale fontana e un manufatto per fruire del belvedere, stante l’inutilizzabilità a causa del terremoto, del bastione di Porta Ascarana.  “Questo bellissimo progetto è iniziato grazie alla collaborazione con l’associazione Bastione SanGallo di Fano con le stagioni musicali e culturali del teatro Leopardi di San Ginesio – spiega l’assessore al Turismo, Simone Tardella – Proprio dagli architetti fanesi è nato lo spunto per questo Camposaz, ed è il segno di come la cultura aperta a trecentosessanta gradi può portare risultati straordinari in molti settori diversi. Anche il coinvolgimento del Rotary club di Urbino va nella stessa direzione, tanto che la prima donazione solidale al nostro comune è stato uno spettacolo teatrale per i ragazzi delle scuole dell’obbligo durante l’inverno”.

san-ginesio-colle-ascano-1-325x183

Il sindaco Scagnetti con la fascia tricolore

“Siamo davvero molto soddisfatti – ha commentato il sindaco, Mario Scagnetti – anche per il coinvolgimento dei nostri ragazzi dell’istituto professionale Renzo Frau. Vedere il loro impegno, l’applicazione delle loro abilità nel mondo del lavoro e soprattutto il loro entusiasmo è l’obiettivo che perseguiamo da anni, coinvolgendo nello sviluppo di questa nostra realtà tante aziende del settore del legno. Vogliamo che la nostra scuola, designata come scuola polo per il distretto del Legno, sia conosciuta e valorizzata anche fuori regione”. La manifestazione di ieri mattina  si è conclusa con le voci del coro di montagna “Gruppo di San Rocco” di Paitone (BS), ospiti grazie a un’iniziativa di solidarietà in favore del nostro paese promossa dell’associazione sanginesina G-Lab laboratorio di idee. Gli Enti, le associazioni e le imprese coinvolte nell’iniziativa sono state il Comune di San Ginesio, l’associazione trentina Camposaz, l’istituto superiore IPSIA “Renzo Frau”, il Rotary Club di Urbino, il Collettivo “Re-Public” e associazione culturale Bastione SanGallo di Fano, mentre il legno del Primiero è stato gentilmente donato dalle aziende Bettega Legnami, BeB Legno, Paccagnel Legnami.

san-ginesio-colle-ascano-4-650x366

san-ginesio-colle-ascano-2-650x180

camposaz-06-650x433

camposaz-05-650x434

camposaz-04-650x433

camposaz-03-650x433

camposaz-01-650x433

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X