Visso, semaforo verde:
un giorno per visitare il cratere

SISMA - Domani, dalle 8 alle 20, sarà rimosso il blocco militare all'ingresso della perla dei Sibillini. Si potrà così visitare sia il comune, che Ussita e Castelsantangelo. Tra una settimana, completate alcune demolizioni, la riapertura dovrebbe diventare definitiva
- caricamento letture

semaforo-visso

Il semaforo che regola il passaggio a Visso

terremoto-visso-15-325x244

Visso

 

di Monia Orazi

Domani il transito a Visso sarà libero dalle 8 alle 20. Per un solo giorno il blocco militare sarà sospeso e chiunque potrà raggiungere non solo la perla dei Sibillini, ma anche Ussita e Castelsantangelo, senza dover sostare per ottenere il permesso provvisorio, concesso soltanto a chi ha un valido motivo per oltrepassare il blocco. Via libera quindi per raggiungere uno dei pochi locali aperti tra Ussita, Visso e Castelsantangelo, come la Mezzaluna, l’Erborista, il Capannaccio, il bar del Laghetto di Visso. Domani per il commerciante Alessandro Sasha Morani, che volontariamente da mesi firma i pass provvisori nella casetta di legno prima del semaforo che regola la circolazione, sarà una domenica di relax. Resta vietato l’ingresso nella zona rossa, che copre tutto il centro storico di Visso, su cui ci sarà una sorveglianza continua e discreta dei militari, per impedire l’ingresso di potenziali trasgressori.

zona-rossa-castelsantangelo

Castelsantangelo

Il centro di Visso, per chi lo ha visitato, sembra reduce da un bombardamento a tappeto nei tempi di guerra, basta anche una scossa di 3.5 con epicentro a pochi chilometri dal comune, come avvenuto lo scorso 24 giugno, per vedere alzarsi un polverone e sentire rumore di calcinacci e pietre che cadono. Per questo in zona rossa, in uno dei comuni più devastati dalle scosse, si accede solo con i vigili del fuoco e per motivi validi. Stessa situazione anche a Castelsantangelo, con il centro praticamente sbriciolato e tutto zona rossa, mentre ad Ussita la piazza è aperta, ma ai suoi lati si osservano le transenne della zona rossa, che è stata estesa anche ad alcune frazioni. Il blocco militare a Visso, esclusa la sospensione di domani, sarà mantenuto per diversi giorni, probabilmente per tutta la settimana, perché restano da completare delle demolizioni in via Rosi. Non appena completato il tutto, il sindaco Giuliano Pazzaglini assicura che sarà rimosso, anche se probabilmente saranno potenziati i servizi di sorveglianza e antisciacallaggio.

ussita-1-650x366

Zona rossa a Ussita

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X