Di giorno prigionieri della navetta,
di notte bloccati dalla sosta selvaggia

CIVITANOVA - Nodi viabilità. Proteste sul bus per il mare dopo che il tracciato è stato allungato e ora la durata dei viaggi è salita da 25 minuti a 50. I bagnanti questa mattina hanno chiesto di scendere prima e si sono registrati momenti di tensione sui mezzi. Da questa sera al via i controlli dei vigili contro i parcheggi fai da te
- caricamento letture

bus-atac-nuovo-autobus-civitanova-2-450x338

 

di Laura Boccanera

Navetta per il mare a Civitanova, la sperimentazione fino a piazza XX Settembre non piace e fa esplodere la rabbia dei bagnanti. Qualcuno ha anche insultato l’autista che non ha consentito la discesa dopo il sottopasso della Esso. Durerà fino a giovedì il nuovo tour della navetta gratuita per il mare che dai parcheggi di Fontespina porta i bagnanti in spiaggia. Fino alla scorsa settimana il circuito prevedeva il recupero dei bagnanti da via della Giustizia per poi percorrere via Bragadin, via Saragat, via Friuli, via Doria e immettersi nel sottopasso Esso e da lì al lungomare all’altezza dello chalet Batik e ritorno su tutto il litorale nord. Da ieri però su richiesta dell’amministrazione l’Atac ha allungato il giro, portando il percorso fino a piazza XX Settembre, con fermata sotto il comune, così da inserire nel circuito anche gli chalet più a ridosso di Cristo Re, a sud rispetto a Batik. Ma l’idea non è piaciuta ai bagnanti che si sono visti raddoppiare i tempi di percorrenza della tratta che da 25 minuti circa è passata a 50 minuti, 55 minuti in giornate come questa mattina dove a peggiorare la viabilità in centro nel tratto vialetto sud, viale Matteotti c’è anche il mercato. Col nuovo tragitto infatti una volta preso il sottopasso la navetta prosegue per via Regina Elena, corso Umberto I, piazza XX Settembre dove c’è la sosta e vialetto sud, viale Matteotti e torna poi sul lungomare nord. Un percorso troppo lungo per i bagnanti che in molti questa mattina hanno richiesto al conducente di poter scendere dopo il sottopasso per non vedersi rubare 25 minuti di tintarella persi invece nel traffico di Civitanova. Una richiesta che però gli autisti non possono accettare dal momento che nei punti in cui la sosta non è prevista è vietato la salita e la discesa del pubblico. Non è finita in rissa, ma poco c’è mancato, con i bagnanti inviperiti (solo qualcuno ha apprezzato) e gli autisti costretti, loro malgrado, a beccarsi anche gli insulti dei passeggeri. La sperimentazione durerà fino a giovedì prossimo quando dai report raccolti si capirà se l’utenza preferisce tornare al vecchio circuito o se deciderà di mantenere il giro lungo.

auto-pista-ciclabile-parcheggi-selvaggi-2-325x244Nel frattempo stasera parte un nuovo provvedimento: la presenza dei vigili urbani fino a mezzanotte sul litorale per scongiurare la sosta selvaggia. Con l’estate nel vivo infatti torna prepotentemente il problema della sosta delle auto parcheggiate ovunque, anche dove la sosta non è consentita. Solo ieri sera ad esempio il lungomare sud, come testimoniano gli scatti di un lettore, era invaso dalle auto: i veicoli erano stati parcheggiati in entrambi i sensi di marcia del lungomare sia sul lato est che su quello ovest e perfino in curva all’altezza del Gatto Blu. Non va meglio sul lungomare nord dove le auto conquistano la pista ciclabile con tanto di macchine in transito in retromarcia sull’area ciclabile della carreggiata. Almeno una decina ieri dopo la mezzanotte i mezzi presenti sulla pista ciclabile. La presenza dei vigili urbani pronti a fare strage di multe dovrebbe scongiurare un fenomeno ormai troppo diffuso.

auto-pista-ciclabile-parcheggi-selvaggi-3-650x488

Un’auto percorre in retromarcia la pista ciclabile sul lungomare nord

auto-pista-ciclabile-parcheggi-selvaggi-1-650x488

Auto parcheggiate sulla ciclabile



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X