Querelle sul palas, Ciarapica:
“E’ la casa della Lube,
difficile far coesistere i calendari”

CIVITANOVA - Il sindaco interviene sullo scontro mediatico nato tra la società cuciniera e la Poderosa basket. Il primo cittadino invita ad abbassare i toni e spiega: "in questo frangente impossibile dare una risposta che accontenti tutti. Bisogna trovare una soluzione che sia da volano per lo sport marchigiano"
- caricamento letture
festa-fabrizio-ciarapica-civitanova-3-325x217

Fabrizio Ciarapica

 

«La politica non può avanzare richieste inattuabili alla Lube, la Poderosa merita rispetto e una sede di gioco adeguata, ma in questo frangente non è possibile dare una risposta immediata che possa accontentare tutti». Un colpo al cerchio e uno alla botta da parte del primo cittadino Fabrizio Ciarapica che commenta così la recente querelle nata tra le due società sportive per la questione palas (leggi l’articolo). Ciarapica nei giorni scorsi ha ascoltato le richieste e le lamentele di entrambe le società e oggi ha espresso la sua posizione e quella dell’amministrazione che rimane defilata rispetto al problema. «Le società sportive della nostra regione meritano di poter trovare la sistemazione giusta per dare il meglio in campo e diventare un vanto per la città che le ospita, ma purtroppo non tutte le situazioni sono facili da gestire perché ci sono impedimenti tecnici oggettivi nell’utilizzo degli impianti. Nei giorni scorsi mi sono rapportato con i vertici della Lube Civitanova e della Poderosa basket Montegranaro per cercare di capire se potesse esserci un punto di incontro per ospitare la pallacanestro. Devo dire che non ho trovato chiusure da parte del club campione d’Italia, solo una reale difficoltà ad includere il basket A2 all’interno di un calendario di allenamenti e partite davvero impegnativo, che ha incluso anche l’ospitalità, durante lo scorso campionato, della Volley Potentino (A2) – dice Ciarapica -, l’Amministrazione comunale è un punto di vista terzo rispetto alla Palace srl concessionaria dell’impianto gestito in sub-concessione dai cucinieri ma da parte nostra c’è tutto l’interesse a far diventare l’Eurosuole Forum la casa del grande sport marchigiano e riferimento a livello nazionale. La politica, però, non può avanzare richieste inattuabili a chi, come la Lube volley, a Civitanova ha investito e investe molte risorse ottenendo risultati straordinari, sia da un punto di vista agonistico, sia per il numero di spettatori e tifosi. Il palazzetto è senz’altro la nuova casa della Lube che, non dimentichiamolo, porta il nome di Civitanova e la fa conoscere in Italia ed all’estero, e che qui a Civitanova ha ottenuto uno scudetto che è stato un vanto per l’intera città. Bisogna non inasprire i toni, ma trovare una soluzione che possa far da volano allo sport marchigiano. I veregrensi meritano una sede di gioco adeguata, ma in questo frangente non è possibile dare una risposta immediata che possa accontentare tutti. Per questo ci auguriamo in un prossimo futuro di poter soddisfare le esigenze che emergono dal territorio e ci impegneremo da subito a trovare soluzioni condivise».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X