Arrestata all’ufficio immigrazione:
voleva il permesso di soggiorno
dopo essere stata espulsa

MACERATA - Una donna albanese è finita in manette questa mattina. Non poteva rientrare in Italia prima di cinque anni
- caricamento letture

 

prefettura-questura-macerata-2-450x337

La questura di Macerata

 

Vuole ottenere il permesso di soggiorno e si presenta, accompagnata da un tirocinante di uno studio legale, all’Ufficio immigrazione, a Macerata. E’ saltato fuori che la donna, una albanese di 40 anni, era già stata espulsa, peraltro con un altro nome e cognome, ed è stata arrestata.

E’ intorno alle 10 di questa mattina che una donna albanese si è presentata all’Ufficio immigrazione di Macerata. Con lei c’era anche un tirocinante che l’aveva accompagnata per il rilascio del permesso di soggiorno per il ricongiungimento famigliare con il marito che vive in Italia. La donna ha esibito un passaporto regolare, che era stato rilasciato dall’autorità albanesi. Gli agenti hanno però svolto accertamenti ed è venuto fuori che la donna era già stata espulsa dall’Italia, con un provvedimento del prefetto di Macerata. La donna non poteva rientrata prima di cinque anni. La donna invece ha fatto rientro prima. Per questo motivo è stata arrestata dagli agenti dell’Ufficio immigrazione e della volante di Macerata. Si trova ai domiciliari.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X