facebook twitter rss

Le scuole del Balcone delle Marche
ripartono dai propri talenti

CINGOLI - I ragazzi dell'istituto Varnelli e del liceo Leopardi protagonisti delle feste di fine anno. Si concludono i primi mesi di lezione, segnati dai problemi post sisma. Esibizioni di canto e consegne di diplomi per il linguistico e scienze umane, mentre l'alberghiero saluta il 2016 con un grande ricevimento
martedì 27 Dicembre 2016 - Ore 10:41 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

La festa dei ragazzi del liceo Leopardi nell’auditorium Santo Spirito di Cingoli

 

Lo studente Michele Campana ha interpretato “Il testamento di Tito” di Fabrizio De André

 

di Leonardo Giorgi

Le scuole di Cingoli salutano il 2016 con le eccellenze dei propri studenti. Dopo un inizio dell’anno scolastico difficile per l’istituto alberghiero Varnelli e il liceo Leopardi (entrambe le scuole hanno subito pesanti danni dal sisma), i ragazzi e i docenti del Balcone delle Marche hanno affrontato l’emergenza a testa alta, come dimostrato dalle feste organizzate in vista delle vacanze natalizie. Il liceo di Cingoli ha organizzato una grande assemblea negli spazi dell’auditorium Santo Spirito, vicino la nuova sede della scuola, situata nel palazzo dell’ex seminario. Dopo il saluto del vescovo di Macerata, Nazzareno Marconi, e del sindaco di Cingoli, Filippo Saltamartini, i ragazzi hanno festeggiato celebrando i propri talenti. Tra esibizioni canore e performance acustiche di chitarra e violoncello, gli studenti del quinto anno di liceo hanno “passato il testimone” alle matricole del primo, consegnando ai più piccoli un testo di incoraggiamento allo studio e alla vita scritto dai professori. Dopo la consegna dei diplomi ai maturandi della scorsa estate, Gabriela Lampa, presidente del Lions club Macerata Host e consigliere comunale di San Severino, ha consegnato il premio del prestigioso concorso cinematografico”David giovani” alla 18enne Ilaria Pirisi. La ragazza, scrivendo un’attenta e precisa recensione al film “La bella gente”, si è guadagnata la possibilità di partecipare all’ultima Mostra del cinema di Venezia. Oltre a lei, sono state premiate Camilla Borsini per gli eccellenti risultati alle Olimpiadi della filosofia, Marta Nocioni, Elisa Storoni, Alessia Gagliardini, Lucia Vitali e Giulia Brunori per il concorso annuale dell’Accademia Labiena di Cingoli e Laura Sguefa, Chiara De Rinaldis e ancora Marta Nocioni per il concorso comunale Sant’Esuperanzio. L’assessore alla Cultura di Cingoli, Martina Coppari, ha consegnato alle studentesse del primo anno Eva Carotti e Egzona Beqiri una borsa di studio per aver conseguito il diploma di scuola media col massimo dei voti.

Il pranzo nel salone dell’istituto Varnelli


Fedele alla propria identità, l’istituto alberghiero Varnelli ha concluso l’anno con un grande pranzo nel salone della sede della scuola dove ogni portata ha seguito il tema del “cibo dell’anima”. Il pane, cibo dell’anima per eccellenza, insieme ai prodotti della tradizione natalizia del Maceratese, è stato protagonista del menu preparato dagli studenti di Cucina dell’istituto, supportati dai ragazzi dei corsi di Servizi di sala e Accoglienza.
Dopo l’esecuzione del brano “Chanson Triste” di Sergei Koussevitzky da parte di Melissa Mastrolorenzi e David Padella dell’associazione musicale Cerquetelli di Cingoli, la dirigente dell’istituto, Maria Rosella Bitti, ha salutato i commensali. «L’evento di oggi – spiega la dirigente – è il momento conclusivo di un cammino di formazione e di crescita interiore iniziato diversi anni fa, promosso dalla scuola a favore dei nostri ragazzi. Il progetto dal nome “Volontariato come dono” li ha coinvolti in esperienze di solidarietà, insieme all’associazione “Terra dei fioretti, San Giacomo della Marca”. Ogni anno è stata scelta una tematica di approfondimento per crescere e maturare insieme, oggi l’abbiamo fatto con il “cibo dell’anima”». Il pranzo è iniziato subito dopo la benedizione del vescovo emerito Claudio Giuliodori con il primo antipasto, “Gallina in gelatina maritata al tartufo”. Proseguendo tra le numerose portate e gli intermezzi musicale curati dall’associazione Cerquetelli (tra cui la commovente interpretazione di Hallelujah di Leonard Cohen da parte della giovane Clara Ultimi), la studentessa Erika Manuale del quarto anno ha spiegato il vero significato del cibo e della condivisione secondo l’istituto Varnelli. «Il cibo è nutrimento del corpo e dello spirito – spiega la ragazza davanti il salone di invitati -. È un grande elemento di socializzazione tra le persone, è qualcosa che si consuma insieme perché mangiare da soli vuol dire mangiare per la sopravvivenza, mentre condividere il pasto vuol dire scambiare vita. Infatti, una delle caratteristiche fondamentali del simposio antico, si veda il Simposio di Platone, era quella di essere un’occasione per dialogare».

La benedizione del vescovo emerito Claudio Giuliodori

I ragazzi che hanno partecipato all’organizzazione del convivio dietro la dirigente scolastica Maria Rosella Bitti e il presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari

La professoressa Giuseppina Turchi del liceo Linguistico e delle Scienze umane di Cingoli

Il vescovo Nazzareno Marconi insieme alla dirigente scolastica del liceo Leopardi, Anna Maria Marcantonelli

Consegna dei diplomi alla festa del liceo Leopardi. Da sinistra, il consigliere comunale di San Severino, Gabriela Lampa, la dirigente dell’istituto comprensivo Mestica, Emanuela Tarascio, la 19enne Ludovica Tempestini, l’assessore alla Cultura di Cingoli, Martina Coppari, e la dirigente del liceo, Anna Maria Marcantonelli

Gabriela Lampa consegna il premio “David giovani” a Ilaria Pirisi, studentessa del quinto anno del liceo



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X