Scrutatori per il referendum,
domande in scadenza

MACERATA - Può essere consegnata a mano al Comune o spedita per posta entro sabato 19 marzo. O fino al 20 marzo se inviata tramite fax al numero 0733/256.435, posta elettronica elettorale@comune.macerata.it o attraverso la compilazione di una form reperibile sul sito. Si vota il 17 aprile per il quesito sulle trivellazioni
- caricamento letture

Scrutatori_d0E’ in scadenza il termine per dichiarare la disponibilità a svolgere il ruolo di scrutatore alle prossime consultazioni referendarie del 17 aprile. Come noto, per poter essere sorteggiati tra i 136 scrutatori (a cui si aggiungono le riserve) e prestare poi servizio nei seggi elettorali, gli iscritti all’albo degli scrutatori devono presentare apposita richiesta. La domanda, da compilarsi su modello scaricabile dal sito del Comune www.comune.macerata.it, deve essere firmata dall’interessato e accompagnata da fotocopia non autenticata del documento di identità (o da scansione di esso nel caso di utilizzo della posta elettronica). Può essere consegnata a mano all’ ufficio Elettorale comunale o spedita per posta entro domani, sabato 19 marzo. Può anche essere inviata tramite fax al numero 0733/256.435, posta elettronica elettorale@comune.macerata.it o attraverso la compilazione di una form reperibile sul sito. In questi casi la scadenza è fissata a domenica 20 marzo. Le domande non sottoscritte o non pervenute nei termini, non saranno prese in considerazione.

La Commissione elettorale comunale procederà alla nomina di scrutatori e riserve sorteggiando i nomi dalle richieste pervenute e nel caso in cui queste siano in numero inferiore alle necessità del Comune provvederà al sorteggio anche dal più generale Albo degli scrutatori. L’impegno lavorativo per gli scrutatori si divide in due giornate, il sabato (16 aprile) per l’insediamento del seggio e la timbratura delle schede (un paio di ore circa) e la domenica (17 aprile) per le operazioni di voto. Si vota dalle 7 alle 23 e lo spoglio delle schede avviene immediatamente dopo la chiusura del seggio. Il compenso stabilito dal Ministero dell’Interno per gli scrutatori è pari a 104 euro per i seggi ordinari, 53 euro per i seggi speciali. Il referendum riguarda le trivellazioni e in particolare con la consultazione popolare viene chiesta l’abrogazione del comma 17 dell’articolo 6 del decreto legislativo 152 del 3 aprile 2006 sulle norme in materia ambientale. E’ stato promosso da nove regioni italiane contro i progetti petroliferi del governo nelle acque territoriali ed è sostenuto da molte associazioni ambientaliste e dal movimento NoTriv. Le regioni promotrici sono Basilicata, Marche, Puglia, Sardegna, Veneto, Calabria, Liguria, Campania e Molise.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X