Le sirene suonano per Roberto
Il commosso addio dei vigili del fuoco

MONTELUPONE - Una folla al funerale del pompiere di 47 anni. Presente anche il capo del corpo nazionale Gioacchino Giomi. All'uscita della chiesa il feretro è stato fatto salire su un'autoscala. FOTO
- caricamento letture

funerale roberto torregiani vdf - montelupone (36)

Roberto Torregiani

Roberto Torregiani

 

 

di Leonardo Giorgi 

(foto di Federico De Marco)

«Un simbolo del senso del dovere e di ciò che significa essere vigile del fuoco. Un esempio per tutta Macerata e tutta la comunità nazionale». Le parole del comandante dei vigili del fuoco di Macerata, Achille Cipriani, risuonano nel silenzio della chiesa di San Francesco a Montelupone dove una folla ha dato l’ultimo saluto a Roberto Torregiani. Grande commozione durante la cerimonia, ma anche all’uscita dalla chiesa quando, sotto la neve, il feretro è stato issato su un’autoscala accompagnato dal suono delle sirene e dal rombo della sua moto (Guarda il video). 

funerale roberto torregiani vdf - montelupone (33)

 

Achille Cipriani, comandante dei vigili del fuoco di Macerata

Achille Cipriani, comandante dei vigili del fuoco di Macerata

Si è celebrato questa mattina il funerale del pompiere di 47 anni morto giovedì notte dopo circa un anno e mezzo di coma. Torregiani è stato vittima del suo lavoro, quando il 18 giugno 2014 era rimasto coinvolto nell’esplosione di un silos dell’azienda Gfl di Recanati (leggi l’articolo). Lavoro che era anche la sua passione e il suo orgoglio più grande, come ricorda un collega intervenuto durante la messa. «Da vigili del fuoco viviamo tutti quei momenti che le persone vogliono dimenticare e sappiamo che ogni giorno andiamo a rischiare tutto. Roberto però, era felice ed orgoglioso di essere uno di noi, come noi siamo orgogliosi di esser stati al suo fianco».

funerale roberto torregiani vdf - montelupone (23)

 

funerale roberto torregiani vdf - montelupone (21)L’ultimo saluto di Montelupone a Torregiani è andato ben oltre i “confini” della singola cerimonia funebre. La piccola chiesa di San Francesco nel centro storico era infatti gremita di persone già quaranta minuti prima l’inizio della messa, celebrata da don Gianfranco Ercoletti. All’arrivo del feretro in chiesa, avvolto da una bandiera tricolore, un picchetto d’onore dei vigili del fuoco ha accolto Torregiani. Pompieri che sono arrivati da ogni parte d’Italia per rendere omaggio al collega caduto per la sicurezza dei cittadini. Oltre ai maceratesi erano infatti presenti tra gli altri il comandante del corpo nazionale dei vigili del fuoco, Gioacchino Giomi; il vice capo dipartimento Carlo Boffi; il direttore regionale dei vigili del fuoco delle Marche, Ugo Bonessio; il direttore regionale abruzzese, Giorgio Alocci; l’ex comandante provinciale di Macerata Dino Poggiali (ora a Pesaro). Molte presenze in rappresentanza delle forze dell’ordine e molte autorità amministrative, tra cui il prefetto di Macerata Roberta Preziotti, il presidente della provincia Antonio Pettinari e il sindaco di Montelupone Rolando Pecora. Tutti si sono stretti attorno ai familiari di Roberto, i genitori e la sorella Rita.

Un collega ha portato il ricordo dei vigili del fuoco di Macerata

Un collega ha portato il ricordo dei vigili del fuoco di Macerata

La sentita messa di don Gianfranco, amico di Torregiani, è stata carica di emozione. «Roberto – ricorda il sacerdote – era un ragazzo molto riservato. Chissà che cosa direbbe di tutto questo movimento di oggi, di tutte queste persone venute per lui?». «L’affetto e la vicinanza che Roberto ha ricevuto in questi mesi di dolore – continua il prete – è stata una grande testimonianza di amore. Mi ha ricordato molto la figura di Frank Colombo, il vigile del fuoco 46enne morto da eroe durante il crollo delle torri gemelle a New York».

 

 

funerale roberto torregiani vdf - montelupone (37)

 

funerale roberto torregiani vdf - montelupone (29)Nella parte finale della cerimonia, è stata letta una dedica scritta dalla community online “Quellidellelica”, una piazza virtuale per tutti gli appassionati italiani di moto Bmw, frequentata anche dallo stesso Torregiani. «Sarai sempre nei nostri cuori, felici di aver potuto comprare tutti insieme la tua moto ed averla donata ai tuoi colleghi vigili del fuoco. Siamo tutti vicini alla famiglia del nostro Roberto, il motociclista pompiere». Prima della preghiera a Santa Barbara dei vigili del fuoco, il comandante di Macerata Cipriani ha annunciato l’istituzione di due borse di studio per la facoltà di ingegneria a Pisa. «Così – spiega – contribuiremo ad indagare sui tanti rischi legati al nostro lavoro».

Il feretro, uscito dalla chiesa sulle spalle dei colleghi, è stato portato in piazza del Comune dove, tra gli applausi delle centinaia di persone presenti, è stato issato su un’autoscala dei vigili del fuoco. In onore di Torregiani, è stata fatta rombare la sua amata motocicletta Bmw e le sirene dei pompieri sono state suonate per il centro storico. Con la speranza che quei suoni che hanno segnato la vita di Roberto, potessero raggiungere in cielo chi, in terra, è già stato un angelo custode.

funerale roberto torregiani vdf - montelupone (9)

In prima fila Gioacchino Giomi, capo del corpo nazionale dei vigili del fuoco

funerale roberto torregiani vdf - montelupone (6)

funerale roberto torregiani vdf - montelupone (7)

funerale roberto torregiani vdf - montelupone (38)

funerale torregiani 11

funerale torregiani 16

funerale roberto torregiani vdf - montelupone (4)

 

funerale Torregiani 5Funerlae Torregiani vigili fuoco 4

funerale Torregiani 6

Funerale Torregiani vigile fuoco2

 

funerale roberto torregiani vdf - montelupone (32)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X