Scossicci, fondi anche per il litorale nord
Attesi oltre 500mila euro

PORTO RECANATI – Regione e Provveditorato alle opere pubbliche hanno trovato l'accordo per destinare i risparmi che si otterranno dai lavori sul lungomare sud a quello nord. Critiche di Fdl per l'interrogazione della Leonardi sulla difesa della costa: “Mancato impegno di Sciapichetti”
- caricamento letture
Il lungomare nord a Porto Recanati minacciato dall'erosione marina

Il lungomare nord a Porto Recanati minacciato dall’erosione marina

Difesa della costa di Porto Recanati, Regione e Provveditorato alle opere pubbliche trovano l’accordo per destinare un fondo di spesa anche per il lungomare nord. Lo rende noto il commissario prefettizio Mauro Passerotti. “Si dichiarano disponibili – dice il commissario – all’impiego del 50% dell’importo dei ribassi d’asta della gara per i lavori del litorale sud”. Oggi l’incontro tra l’Ente e il Provveditorato alle opere pubbliche. Insieme al Comune di Porto Recanati stipuleranno, al più presto, una convenzione per fissare, nel dettaglio, la collaborazione tra gli Enti e le Amministrazioni interessate per la redazione e lo sviluppo di uno studio-progetto “Meteo-Marino” della costa, con particolare riferimento anche al litorale nord. Il progetto servirà per effettuare poi l’intervento a difesa della costa e degli chalet. Incognita però sui tempi, forse per l’estate o quella prossima. Si parla già di una cifra compresa tra i 500mila e un milione di euro ma dipenderà dalla base d’asta. Una svolta per Scossicci. Critiche invece da Fratelli d’Italia nei confronti della Regione. C’è delusione dopo la discussione, avvenuta sempre oggi, dell’interrogazione in Consiglio regionale di Elena Leonardi. «Quello che è accaduto è deprimente – commenta la Leonardi – e denota il mancato impegno dell’assessore Angelo Sciapichetti per la salvaguardia del litorale nord dall’erosione marina sempre più devastante». La Leonardi aveva depositato l’atto il 13 ottobre scorso chiedendo «garanzie sui tempi di intervento e pari tutela per il litorale nord di Porto Recanati». Per la consigliera Sciapichetti si è limitato ad illustrare le risorse già stanziate, dato che i fondi della delibera di giunta «sono la risultanza di un accorpamento di fondi europei – dice – e di stanziamenti da parte delle Ferrovie dello Stato oltre che dell’impegno dell’allora assessore Giorgi». «Sciapichetti ha affermato che eventuali economie di spesa provenienti dai 15,2 milioni di euro di questa delibera saranno impiegati per ulteriori ripascimenti nella zona sud di Porto Recanati – continua la Leonardi – evitando qualunque impegno concreto nei confronti di Scossicci, come invece richiesto dalla sottoscritta. Scapichetti ha ammesso che i 3 pennelli necessari per salvaguardare Scossicci, “tecnicamente non si possono fare” e questa è una vera e propria doccia fredda per i gestori degli chalet a rischio crollo». Proprio gli operatori balneari la settimana scorsa hanno protestato davanti allo stabilimento Palm Beach, simbolo dei problemi dovuti dall’erosione del mare (leggi l’articolo) perché non si interviene a difesa delle attività.

(Servizio aggiornato alle 19,20)

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X