La marcia di protesta per il Ramadan,
i rifugiati: “Ci danno poco da mangiare”

IN FUGA - In 37 sono partiti questa mattina da Loro Piceno dove erano ospiti del Gus per incontrare il prefetto a Macerata. Lamentano di non avere abbastanza cibo, né vestiti e scarpe. "Dormiremo in piazza della Libertà, indietro non torniamo. Ci trattano male"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (1)

I richiedenti asilo salgono verso Macerata

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (19)

 

di Gianluca Ginella

(foto Lucrezia Benfatto)

Una marcia lunga 25 chilometri per 37 afghani che sono partiti questa mattina da Loro Piceno per arrivare a Macerata, in piazza della Libertà, e chiedere un incontro in prefettura. Ospiti del Gus (Gruppo umana solidarietà), lamentano, specie da quando è cominciato il Ramadan, di non ricevere abbastanza cibo «sono quattro giorni che dobbiamo andarlo a comprare noi. Per i pasti  chi arriva prima mangia e chi arriva dopo si arrangia» dice un gruppetto di ragazzi arrivati in piazza Libertà. Parlano pashtu, solo pochi di loro conoscono l’inglese. Ma a spiegare di cosa si lamentano è un traduttore. I ragazzi, alcuni di loro ospiti in Italia da un mese (altri da più tempo) come richiedenti asilo, dicono che la loro pazienza è finita questa mattina quando una dipendente del Gus gli ha detto che se il cibo non c’era e che andassero dove gli pare. «Così siamo partiti».

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (18)

Alcuni degli afghani in piazza della Libertà

E una colonia di pachistani e afghani è scesa da Loro Piceno diretta a Macerata. Alcuni hanno camminato scalzi. Non solo lamentano del cibo «ci trattano male, dicono che non vogliono pachistani e afghani, preferiscono gli africani. Non ci danno vestiti, siamo stati dal medico ma non ci ha visitato perché non avevamo i documenti». Intorno alle 16 i richiedenti asilo si sono ritrovati tutti e 37 in piazza della Libertà. Una loro delegazione è stata ricevuta in prefettura per arrivare ad una soluzione. «A Loro Piceno non vogliamo tornare, dormiremo in mezzo alla piazza, a meno che non ci trovino un posto migliore» dicono.

 

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (20)

Da sinistra il capo della Mobile Alessandro Albini e il dirigente della Divisione anticrimine Andrea Innocenzi parlano con alcuni dei richiedenti asilo

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (17)

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (16)

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (15)

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (14)

In attesa di fianco all’ingresso dell’università

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (13)

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (12)

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (11)

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (10)

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (9)

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (8)

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (7)

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (6)

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (5)

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (4)

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (3)

Afghani da Loro Piceno a Macerata foto LB (2)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X