Ladro picchia un poliziotto, arrestato

CIVITANOVA - In manette il 28enne Adam Wieslaw Soszynki. Gli agenti lo hanno inseguito dopo che non si era fermato all'alt. Il poliziotto ha riportato una frattura ad un braccio: prognosi di 30 giorni. Il giovane aveva rubato attrezzi da scasso all'interno del Palas. Questa mattina ha patteggiato 6 mesi per le lesioni
- caricamento letture
Foto d'archivio

Foto d’archivio

Ruba attrezzi da scasso e per fuggire dalla polizia fa cadere un agente che si frattura un braccio con 30 giorni di prognosi. Arrestato un polacco di 28 anni. Il giovane, Adam Wieslaw Soszynski, residente nella provincia di Fermo, aveva rubato un arsenale da scasso nel cantiere del Palas che probabilmente avrebbe usato per commettere furti in abitazione. La polizia è intervenuta alle 2 di oggi. Il polacco, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per i reati di furto aggravato, lesioni e possesso di strumenti atti allo scasso. Tutto è iniziato quando gli agenti hanno notato in via Lotto un’auto con targa straniera con all’interno due individui sospetti. La vettura era parcheggiata lungo la strada ed era già stata oggetto di attenzione da parte degli uomini del Commissariato che l’avevano controllata qualche giorno prima. L’auto era utilizzata da soggetti pregiudicati per reati contro il patrimonio. Gli agenti si sono appostati fino a quando è sopraggiunto un individuo che ha depositato degli oggetti all’interno del mezzo. Era il polacco. Gli agenti della Volante gli hanno intimato di fermarsi ma il 28enne ha cominciato a scappare a piedi, dirigendosi da via Lotto verso il mare, tentando la fuga e provando a nascondersi. Ha scavalcato il recinto di un’abitazione, ma invano. Pochi minuti e gli agenti lo hanno rintracciato. Dopo una breve colluttazione lo hanno fermato e identificato. La Volante è tornata sul posto dove era parcheggiata l’auto e all’interno ha trovato un vero e proprio arsenale dello scasso: lunghi cacciaviti a taglio, piede di porco, cutter, tronchesi, pinze, chiavi ed una corda. Nel corso dell’operazione uno dei due agenti, nel tentativo di bloccare lo straniero, ha subito una frattura ad un braccio con prognosi di 30 giorni. Il polacco è stato tratto in arresto per il reato di resistenza  e denunciato per i reati di furto aggravato, lesioni pubblico ufficiale e possesso di strumenti atti allo scasso. Gli attrezzi rinvenuti sono stati restituiti agli operai del cantiere.

caterina franciaQuesta mattina il polacco ha patteggiato, al tribunale di Macerata, sei mesi per l’accusa di lesioni. Nel corso dell’udienza, che si è svolta davanti al giudice Daniela Bellesi, Soszynski si è avvalso della facoltà di non rispondere. Al termine dell’udienza, il giovane polacco, difeso dall’avvocato Caterina Francia, ha patteggiato sei mesi, pena sospesa. L’accusa era sostenuta dal pm Francesca D’Arienzo.  

(l.b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X