Il Consiglio prova a riequilibrare il Bilancio

CIVITANOVA - Domani si torna in aula: un milione duecentomila euro di trasferimenti pubblici al centro della discussione. Spazio alla gestione Atac, edilizia scolastica e pass per la sosta in piazza XX Settembre
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il Consiglio comunale di Civitanova

Una seduta del Consiglio comunale di Civitanova

Torna a riunirsi il Consiglio comunale. All’ordine del giorno compaiono 4 punti, di cui il primo è il riequilibrio di Bilancio. Numerosa la mole di interrogazioni e mozioni non ancora smaltite: due le interrogazioni e 15 le mozioni, tra cui anche alcune prodotte dalla maggioranza. L’assise è chiamata domani sera alle 21 e, in seconda convocazione giovedì, ad esprimersi sulla variante al piano particolareggiato relativo alla zona stadio (ex Micheletti, A1), la variante parziale al piano regolatore relativa ad aree residenzialia Fontespina e l’approvazione dello schema di convenzione per l’attuazione dell’intervento di edilizia sovvenzionata a San Marone.

Al primo punto però, come detto, il riequilibrio di Bilancio dovuto all’effetto di alcuni trasferimenti statali che ammontano a 1.200.000 euro e che verranno inseriti nelle entrate: 700mila euro andranno a coprire le spese correnti per gli oneri di urbanizzazione non incassati. Altri 400mila euro circa finiranno invece per coprire i crediti non esigibili. E su questo, alla vigilia del voto, interviene anche il M5s: “Rispetto al bilancio di previsione votato appena due mesi fa sono aumentati considerevolmente i trasferimenti da parte dello Stato, e come già denunciato pubblicamente la scusa che non ci sono soldi ed occorre tassare i civitanovesi è una bugia enorme di questa amministrazione”.

Tra i punti da discutere una serie di interrogazioni e mozioni: in primis l’interrogazione presentata dal consigliere Mirella Franco lo scorso luglio quando esplose il caso dei pass per il parcheggio in piazza XX settembre. Sempre dalle fila del Pd arriva un’altra interrogazione presentata stavolta da Lidia Iezzi e Gustavo Postacchini per chiedere delucidazioni sulla mancanza del servizio navetta a “Vita Vita”.

L’Atac e la sua gestione è al centro della mozione presentata dalla Federazione di centrodestra, assieme alle ipotesi di vendita delle farmacie comunali. Una mozione della maggioranza riguarderà invece il piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche, con la richiesta di adozione da parte del Comune del  piano di accessibilità urbana. Altri punti la sicurezza, la situazione della Croce Verde, la mozione sullo studio dei capelli per monitorare l’inquinamento proposta dai grillini e edilizia scolastica.

(l. b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X