Nelle Marche crescono gli occupati in agricoltura

Dall'analisi di Coldiretti nel secondo trimestre 2014 +19% rispetto all'anno precedente
- caricamento letture

 

(Foto di Luigi Alesi)

(Foto di Luigi Alesi)

Aumentano gli occupati nelle campagne marchigiane con una crescita del 19 per cento rispetto all’anno precedente. E’ l’analisi della Coldiretti regionale sulla base dei dati Istat relativi al II trimestre del 2014, secondo i quali i lavoratori sono saliti a quota 19 mila contro i 16 mila dello stesso periodo del 2013. “Un segnale importante rispetto al fatto che le nostre campagne possono offrire prospettive di lavoro sia per chi vuole intraprendere con idee innovative che per chi vuole trovare una occupazione anche temporanea – sottolinea Tommaso Di Sante, presidente di Coldiretti Marche -. Occorre però che questa ‘voglia di campagna’ che vede protagoniste le nuove generazioni venga adeguatamente sostenuta difendendo la redditività delle imprese agricole dalle distorsioni di filiera e dalla concorrenza sleale dovuta alla mancanza di trasparenza nell’informazione ai consumatori che permette di spacciare come Made in Italy prodotti importati”. Il trend occupazionale positivo sostiene la scelta di quei ragazzi che in numero sempre maggiore si iscrivono alle scuole di agraria. Secondo un’analisi Coldiretti su dati dell’Ufficio regionale dell’Istruzione, per l’anno scolastico che va ad iniziare gli istituti di agraria nella nostra regione sono passati da 495 a 611 nuovi iscritti (+23 per cento), mentre gli indirizzi professionali agricoli sono diventati 186 da 173, con una crescita del 7 per cento. Passo in avanti anche per quanto riguarda gli indirizzi enogastronomici e alberghieri, con un aumento dell’8 per cento delle iscrizioni (da 1623 a 1753).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X