“La Tasi è un autentico salasso”

CIVITANOVA - Sono 14.800 le prime case sulle 24.080 complessive. Applicato il 2,5 per mille in un range che va dall'1 al 3,3. In arrivo altre scadenze per consumatori e contribuenti: metano e Irpef
- caricamento letture
federazione centrodestra

Da sinistra Massimo Mobili, Fabrizio Ciampica, Ottavio Brini, Sergio Marzetti e Claudio Morresi

“I cittadini di Civitanova sono passati da essere tartassati ad essere dissanguati”. Parole di Fabrizio Ciarapica della Federazione del centrodestra che insieme ai suoi colleghi dell’opposizione commenta l’aliquota della Tasi che i civitanovesi sono chiamati a versare entro il 16 giugno. Sono 14.800 le prime case a Civitanova, su 24.080 complessive.

L’ammontare della tassa e il calcolo è identico a quello dell’Imu, ma a differenza di quest’ultima sulla Tasi non ci saranno le detrazioni per ora che verranno valutate in sede di approvazione di bilancio: “La legge sulla Tasi è poco chiara – continua la minoranza – e altri comuni hanno scelto di non fissare le aliquote e le prime scadenze saranno ad ottobre. A Civitanova invece la prima rata è fissata al 16 giugno, tra l’altro, in concomitanza con altre scadenze come Irpef e bolletta del metano”.

Civitanova ha applicato il 2,5 per mille in un range che va dall’1 al 3,3 per mille. La Tasi peserà però di più per chi ha abitazioni semplici e figli a carico non potendo contare sulle detrazioni: ad esempio per una singola abitazione A\3 (200 metri quadri) con rendita di 700 euro e con due figli a carico (quindi 100 euro di detrazione), si passa da un Imu di 162 euro ad una Tasi di 288,77 euro (+78%). Discorso inverso per le A\2 (ce ne sono 4.681). La rendita media è di 768,30 euro, l’Imu media era di 560 euro (460 con due figli a carico), la Tasi sarà di 316 euro. Per i villini (A\7) si risparmia più della metà: da una media di 1.554 euro di Imu ad una di 731 di Tasi. “Come giustifica l’assessore al Bilancio questa aliquota? Probabilmente serve per i giochi e i cotillon”.

(l.b.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X