Helvia Recina-Appignanese vale la finale
Spareggio salvezza per il Montelupone

PRIMA CATEGORIA - Sabato prossimo le gare di semifinale dei play off: il Fiuminata ospita il Monturano. I ragazzi allenati da Agushi si giocano la stagione a Grottazzolina
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Giampiero Re

Giampiero Re, allenatore del Pollenza

di Enrico Scoppa

La Prima categoria girone C ha concluso il suo cammino con la disputa della trentesima giornata di campionato, quindicesima di ritorno. Verdetti definitivi sia in vtta che in coda dopo trenta giornate di campionato sicuramente interessati. La Lorese con i venti punti di vantaggio nei confronti dell’Helvia Recina promossa trionfalmente, la prossima stagione disputerà il campionato di Promozione, prima nella sua storia. L’impresa di traghettare la Lorese nel campionato di promozione spetta di diritto ad un tecnico giovane ma già bravissimo: Matteo Ruffini che ha messo in bacheca il secondo successo in tre stagioni, la prima volta alla guida del Casette Verdini e adesso con la Lorese. La stagione non è finita perché la Lorese vuole conquistare anche il titolo regionale della categoria. Sabato ventisei aprile gara uno contro l’Atletico Truentina da giocare al comunale di Loro Piceno. In caso di successo e passaggio conseguente del turno la Lorese giocherà in casa la finale, sabato tre maggio, per la conquista del titolo regionale della categoria che mister Ruffini vorrebbe rivincere a distanza di due stagioni. E’ successo con Casette Verdini due stagioni orsono.
ZONA PLAY-OFF: alle spalle della Lorese ecco la zona play-off: quattro squadre per inseguire il sogno promozione. Con l’Helvia Recina che ha chiuso la stagione vincendo largamente a Piediripa ma non è riuscita ad evitare il primo turno dei play-off che la vedrà impegnata, allo stadio della Vittoria di Macerata, con l’Appignanese la vera rivelazione del campionato. Mobilieri che nell’ultimo turno di campionato hanno battuto il Montemilone Pollenza squadra che ha ottenuto una tranquilla salvezza stramertata per i ragazzi guidati da Giampiero Re. L’altra gara dei play-off il faccia a faccia Fiuminata-Monturano Campiglione. Le due squadre hanno concluso la stagione separate da quattro punti. Sarà sicuramente un confronto interessante quello tra la formazione dell’alto maceratese guidata da Ferranti e quella fermana guidata da Roberto Bagalini. Tutti in campo sabato ventisei aprile, le vincenti il primo confronto si affronteranno sabato tre maggio per decretare la vincente nell’ambito di ciascuno dei quattro gironi in casa della meglio classificata. Sabato dieci maggio primo turno di finali play-off con questi accoppiamenti: vincente girone A-vincente girone B, vincente girone C-vincente girone D mentre alle vincenti le due gare di finale play-off finalissima sabato diciassette maggio: alla vincente garantito il salto di categoria. Per la vincente del girone C, il girone delle maceratesi, il diritto a disputare il secondo turno dei play-off in casa. Non è poco.

ZONA PLAY-OUT: retrocessione diretta per Caldarola e Santa Maria Apparente al termine di una stagione quanto mai tribolata e come se non bastasse i civitanovesi di mister Foresi si sono visti negare anche la possibilità di battersi nei play-out perché la Moglianese battendo nell’ultimo turno il Monturano-Campiglione ha portato a dieci i punti di vantaggio nei confronti di Berto e compagni pertanto è scattata la norma che recita: niente play-out sei il distacco tra le due presunte contendenti è superiore di nove punti. Chi dovrà affrontare i play out, invece, Montelupone e Grottese che si sono già affrontate nell’ultimo turno di campionato facendo registrare il successo di Ungaro e compagni. La partita si giocherà il tre maggio prossimo a Grottazzolina visto che per  sabato ventisette sono in programma eventuali spareggi che dovrebbero interessare la retrocessione diretta che nel girone C non si verifica. Sarà un confronto tra sqaudre che non vogliono assolutamente retrocedere con un confronto nel confronto: quello tra i due bomber Galdo della Grottese e Streccioni della Monteluponese. Chi avrà la meglio?

LE CURIOSITA’ DI UNA STAGIONE INCREDIBILE

LA LORESE ha scritto un record incredibile: settantotto punti in classifica, più venti di vantaggio nei confronti dell’Helvia Recina. Non si ricordano cifre di questo tipo nell’ultimo decennio.
LORESE (Girone C) prima nella classifica delle classifiche con 78 punti, a seguire Atletico Truentina(Girone D) punti 70, Barbara (girone A) 60 punti, Camerano (Girone B con una gara in meno) 54 punti.
LORESE regina di vittorie con venticinque successi in trenta partite giocate. Solo ventuno quelli fatti registrare dell’Atletico Truentina.
L’ATTACCO PIU’ PROLIFIC0 del campionato di prima categoria quello della Lorese con settantuno reti realizzate nel girone C, seguono con 60 reti l’Atletico Azzurra Colli, con 59 reti Barbara girone A, quaranttotto Camerano girone B
DIFESE DI FERRO quelle della Lorese girone C e dell’Atletico Truentina girone D che hanno subito appena quindici reti in trenta partite, seguono con 22 Camerano, con 26 Gabicce Gradara
IL PEGGIOR ATTACCO del campionato di prima categoria quello del Caldarola, girone C, con 20 reti realizzate, 21 Carassai girone D, 22 Filottrano, 24 Santa Ceciia
LA PEGGIOR DIFESA quella del Real Montecchio con 75 reti subite, Carassai e Caldarola 66, Monserra 61
I BOMBER principe dei quattro gironi: girone D Della Valle(New generation) e Santucci (Monsampietro Morico) 21 reti, Girone A Battisti (Gabicce Gradara) 20 reti, Girone C Santoni(Fiuminata) 19 reti, Girone B De Martino(Villa Musone) 16 reti,

IL PERSONAGGIO – Daniele Cotica tecnico che ha trovato, guidando l’Appignanese, la definitiva consacrazione. Arrivava da una stagione con il Montefano non del tutto brillante, una lunga squalifica lasciata alle spalle da dimenticare ma in casa dei mobilieri la vera consacrazione. Partito con una squadra che aveva come obiettivo la salvezza si ritrova a disputare i play-off in una posizione incredibilmente favorevole non avendo nessuna pressione da sopportare ma solo da dimostrare quanto vale l’Appignanese targata Daniele Cotica.

LA FORMAZIONE IDEALE stagione 13/14

1) Liuti(Helvia Recina)
2) Elia Silvestroni(Montefano)
3) Constà(Moglianese)
4) Casoni(Lorese)
5)  Bruno(Montelupone)
6)  Tomassoni(Appignanese)
7)  Santoni(Fiuminata)
8)  Malloni(Monturano-Campiglione)
9)  Ungaro(Grottese)
10)  D’Angelo(Casette Verdini)
11)  Filippo Canesin(Cluentina)

All.:Daniele Cotica(Appignanese)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X