Rabbia Civitanovese, l’Ancona vince
con il minimo sforzo

SERIE D - Al Polisportivo partita bruttissima, i dorici la sbloccano nel finale con il rigore (molto dubbio) realizzato dall'ex Biso. Grande rammarico per i locali che oltre al penalty non hanno subito nessun tiro in porta. La curva rossoblu dedica uno striscione a Marco Principi, il tifoso della Maceratese scomparso domenica scorsa
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

(In alto la galleria con il foto-servizio di Lucrezia Benfatto)

Tifosi_Civitanovese (3)

La curva rossoblu ricorda il tifoso della Maceratese Marco Principi

di Andrea Busiello

La sfida del Polisportivo finisce con la Civitanovese che si morde i gomiti. Giocare contro la capolista imponeva una certa prudenza ma l’Ancona vista all’opera nell’impianto rossoblu ha lasciato di stucco tutti: non per la dimostrazione di superiorità nei confronti degli avversari ma per la pochezza della sua prova. L’1-0 finale è marcato da un ex, Mattia Biso, che ha trasformato in gol un calcio di rigore molto dubbio concesso dal direttore di gara al 37′ della ripresa ai dorici. Nell’arco dei 93′ della sfida, la formazione allenata da Giovanni Cornacchini non ha mai tirato in porta, ad eccezione del penalty. La Civitanovese ha impostato una gara troppo accorta, con rarissime folate offensive contro una formazione che non riusciva a creare nulla in nessun modo per il ritmo lento imposto dalla manovra dorica. Chi vince ha sempre ragione e quindi dal Polisportivo l’Ancona esce con quello le che serviva: i tre punti. La Civitanovese con la consapevolezza che una prova più propositiva poteva portare ad un risultato diverso.

Tifosi_Civitanovese (10)

Il ricordo della curva rossoblu per Ferruccio Croscenzi

 

LA CRONACA – Parlare della cronaca della sfida odierna del Polisportivo è davvero difficile. Una partita bruttissima dal 1′ al 93′ con la Civitanovese arroccata nella propria metà campo e pronta a sfruttare le ripartenze mentre l’Ancona provava a fare la partita con il ritmo, lentissimo, impostato dalle giocate di Biso. Nel primo tempo non succede davvero nulla. I due portieri sono spettatori non paganti della gara. L’unica pseudo emozione arriva al 20′ quando Schiavone dal limite dell’area tira di poco fuori dalla porta difesa da Lori. Ancona non pervenuta nella prima frazione di gioco con Bondi e Pazzi anticipati sempre dagli attenti difensori rossoblu. Nella ripresa, l’esposizione dello striscione “Ferruccio leggenda del Polisportivo” fa scatenare gli applausi commossi di tutto lo stadio, in ricordo dello storico custode rossoblu deceduto in settimana (leggi l’articolo). Bello anche lo striscione “Ciao Marco”, riferito al tifoso della storica rivale Maceratese scomparso domenica dopo il derby dell’Helvia Recina (leggi l’articolo).

L'ex Cristian Pazzi

L’ex Cristian Pazzi

Il ritmo della gara aumenta leggermente ma la partita rimane molto brutta. Al 10′ punizione di D’Ancona dal limite dell’area ma la sfera, centrale, non crea nessun problema a Lori. Al 22′ ci prova Pazzi di testa, Falso non ha problemi a far sua la sfera. La partita sembra indirizzata verso il più classico degli 0-0 ma un’ingenuità di Boateng cambia la partita: è il 37′ quando Cazzola spalle alla porta riceve palla, veniale trattenuta dell’esterno rossoblu e per il direttore di gara non ci sono dubbi. E’ calcio di rigore, tra le veementi proteste dei locali. Dal dischetto Biso mette all’angolino con Falso che non arriva per un soffio. Festeggiano gli oltre 700 tifosi biancorossi arrivati al Polisportivo dal capoluogo dorico. Fino alla fine non succede più nulla. L’ultima emozione la regala Morbiducci che, colpevolmente, perde la testa e commette un fallaccio su Pizzi: rosso diretto per il capitano rossoblu. Dopo 3′ di recupero il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi. Chi vince ha sempre ragione, ma l’Ancona vista al Polisportivo è stata davvero bruttissima. Per la Civitanovese, che meritava ampiamente il pareggio, il rammarico di aver avuto paura di provare a vincere ma lo spirito è quello giusto per centrare la salvezza.

L'Ancona festeggia il gol vittoria

L’Ancona festeggia il gol vittoria

il tabellino:

CIVITANOVESE: Falso sv, Sgambato 6.5, Schiavone 6.5, Rovrena 6, Comotto 6.5, Morbiducci 5, Boateng 5.5, Poli 6 (85′ Santagata sv), D’Ancona 6 (66′ Morante 6), Valdes 5.5 (75′ Spigonardi sv), Trillini 6. All: Gabbanini.

ANCONA: Lori sv, Barilaro 6, Di Dio 6, Bambozzi 5.5 (61′ Pizzi 6.5), Cacioli 6.5, Mallus 6.5, Cazzola 6, Di Ceglie 6, Pazzi 5.5 (88′ D’Alessandro sv), Biso 6.5, Bondi 4.5 (70′ Sivilla 6). All: Cornacchini.

ARBITRO: De Angeli di Abbiategrasso.

RETE: 83′ Biso (rig.).

NOTE: Spettatori 1200 (oltre 700 nel settore ospiti). Espluso Morbiducci al 90′. Ammoniti Poli, D’Ancona, Cacioli e Biso.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X