Due maceratesi ai vertici della sanità
Ciccarelli promosso al Servizio Salute
Genga nuovo direttore Asur Marche

LE NOMINE IN REGIONE - All'ex Dg, che lavorerà a fianco di assessore e Giunta, il compito della programmazione sanitaria. Sarà sostituito dal 56enne originario di Treia, che ha guidato l'Area Vasta 4 di Fermo
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

vertici-sanità

Il nuovo dirigente del Servizio Salute della Regione, Piero Ciccarelli

Il nuovo dirigente del Servizio Salute della Regione, Piero Ciccarelli

di Gabriele Censi

Cambiano i vertici della sanità regionale, ma a dirigerla rimangono due maceratesi. Piero Ciccarelli, negli ultimi tre anni direttore generale dell’Asur Marche, è stato infatti promosso al Servizio Salute, prendendo il posto del matelicese Pierluigi Gigliucci. A sedere sulla poltrona di Ciccarelli è invece Gianni Genga, originario di Treia e direttore sanitario dell’Ospedale di Macerata in aspettativa, fino ad oggi direttore dell’Area Vasta 4 di Fermo. 
La decisione è stata resa nota dal presidente della Regione, Gian Mario Spacca, nel corso di una conferenza stampa a cui ha partecipato anche l’assessore alla salute Almerino Mezzolani. Ciccarelli diventa così il primo dirigente della sanità regionale: un riconoscimento per il lavoro svolto nel triennio che ha visto il manager maceratese e la sua equipe mantenere in ordine i bilanci, nel rispetto dei livelli essenziali di assistenza. Proprio i conti in regola hanno permesso alla Regione di ottenere, lo scorso dicembre, 19 milioni di euro come premio erogato dallo stato tramite il fondo per il riparto sanitario. Un risultato che in Italia, oltre alle Marche, hanno conseguito solamente Umbria, Lombardia, Veneto e Basilicata, a discapito dei tagli continui operati dal Governo.

Il presidente della Regione Gian Mario Spacca e Gianni Genga

Il presidente della Regione Gian Mario Spacca e Gianni Genga

Nel triennio durante il quale è stato direttore dell’Asur, infatti, le aziende sanitarie della regione hanno dovuto fare fronte a 560 milioni di euro di minori trasferimenti dallo stato nelle casse della Regione, che hanno riguardato l’Asur per una cifra pari all’80%. Sotto la gestione di Ciccarelli è stata avviata una riforma sanitaria importante, che ora il medico nato a Macerata 63 anni fa potrà seguire come dirigente del Servizio Salute.  A lui sarà affidata la programmazione sanitaria: Ciccarelli lavorerà in stretto contatto con l’assesore Mezzolani e con la Giunta. Nel suo ruolo rappresenterà anche le Marche a Roma, come tecnico, sui tavoli nazionali in materia di sanità. Ciccarelli era all’Asur dal 17 maggio 2010: in precedenza era stato direttore dell’allora zona territoriale 9 di Macerata, nella quale era entrato nel 2002 come commissario straordinario: prima ancora, dal 1993 al 2002, è stato primario di nefrologia e direttore del dipartimento medico all’Ospedale di Civitanova.

Il nuovo direttore dell’Asur è invece Gianni Genga, 56 anni, originario di Treia: già direttore della zona territoriale 11 e della zona territoriale 1 di Pesaro, dal 1° ottobre 2011 guidava l’Area Vasta 4 di Fermo. Laureato in medicina con specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva, è direttore sanitario in aspettativa dell’Ospedale di Macerata.

Gianni Genga, nuovo direttore dell'Asur Marche

Gianni Genga, nuovo direttore dell’Asur Marche

Il primo atto del nuovo dg Asur, che come detto proviene dall’Area Vasta 4, sarà quello di proporre alla Giunta regionale i nuovi direttori per le cinque aree vaste: attualmente l’Area Vasta 1 è diretta da Maria Capalbo, la 2 da Piero Ciccarelli (direttore pro tempore), la 3 da Enrico Bordoni, la 5 da Giovanni Stroppa. Nel corso della conferenza stampa sono state rese note le conferme nei rispettivi ruoli di direttori generali  di Paolo Galassi, all’azienda di Torrette, e di Aldo Ricci a Marche Nord. Per Pierluigi Gigliucci, dirigente uscente del Servizio Salute, si profila un ruolo gestionale in una delle aziende del servizio sanitario regionale.

«Proseguire sull’attuazione della riforma sanitaria, l’esigenza di dare più spazio al gioco di squadra e sempre maggiore apertura al confronto con le altre istituzioni e organizzazioni di categoria, dare rappresentanza di tipo più forte nel confronto con il ministero della Salute: questi sono i criteri che hanno ispirato le nomine della sanità da parte della Giunta regionale», dice il presidente della Regione, Gian Mario Spacca. «Non c’è cambiamento di componenti della squadra che sin qui hanno saputo raggiungere risultati positivi come riconosciuto da tutte le classifiche. Cambia il modulo di gioco».

 

 

Un momento della conferenza stampa

Un momento della conferenza stampa

 

Piero Ciccarelli, nuovo dirigente del Servizio Salute

Piero Ciccarelli, nuovo dirigente del Servizio Salute

Piero Ciccarelli e Gianni Genga

Piero Ciccarelli e Gianni Genga

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X