Cognigni fa sognare il Matelica

SERIE D - Un gol del bomber permette alla formazione di Carucci di superare di misura l'ostica Agnonese e portarsi al secondo posto in classifica
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Matelica 1di Sara Santacchi

Non poteva esserci saluto migliore per i tifosi matelicesi da parte del Matelica che chiude l’ultima gara casalinga dell’anno imponendosi sull’Olympia Agnonese per 1-0 al termine di una bella prova in cui le palme d’oro della giornata vanno a Cognigni e Spitoni. Questi gli ingredienti di una partita che ha visto la compagine allenata dal tecnico Carucci creare decine di occasioni e riuscire a superare un avversario comunque dimostratosi migliore di quanto la posizione in classifica non dica. Ottimo l’esordio del neo arrivo Colantoni che vince, convince e strappa i primi applausi ai tifosi biancorossi. La cronaca: Non c’è Scartozzi tra le file matelicesi, fermato dal giudice sportivo. Dopo i primi minuti di studio al 15’ Jachetta è bravo a rubare palla a centrocampo e servire Scotini davanti al portiere sul quale Litterio arriva a chiudere. E’ ancora l’11 di casa, solo due minuti dopo, a colpire clamorosamente il palo. Il palo, ma anche la traversa negano il gol al Matelica: al 19’ a Cacciatore su calcio piazzato. Si fa vedere l’Agnonese al 22’, con un calcio di punizione dalla tre quarti campo avversaria Di Lullo pesca Ricamato in area che di testa sbaglia la mira. Cognigni mostra di essere in giornata al 28’ quando servito da Cacciatore, al volo sbaglia di poco. Quindi ci riprovano gli ospiti al 37’ con Morante, ma Spitoni c’è. L’orologio segna il minuto 42’ quando Cognigni non lascia scampo a Biasella: sinistro micidiale al volo e palla che finisce alle spalle dell’estremo difensore, 1-0.

Matelica 2

La ripresa comincia da dov’era finita. Cognigni segna, infatti, la rete del raddoppio, ma l’arbitro gli nega la doppietta pe fuorigioco. Il Matelica continua a rendersi pericoloso sfiorando la il gol per due volte in due minuti, ma in entrambi i casi il n1 ospite fa il suo. Un secondo tempo meno brillante del primo vede l’Agnonese provare a riagguantare il pareggio e rendersi pericolosa al 51’ con Morante dal limite, ma Spitoni trattiene. Qualche brivido per i padroni di casa arriva sul finale prima con Morante, all’86’, dal quale Spitoni non si fa sorprendere e Lazzoni spazza. Quindi al 92’ l’estremo difensore di casa miracoleggia respingendo la conclusione di Di Lullo, sullo sviluppo di un calcio d’angolo, mettendo il sigillo sul risultato. Finisce così col Matelica in festa e la conquista del secondo posto. Regalo di Natale migliore per la matricola terribile non poteva esserci.

il tabellino:

MATELICA: Spitoni 8, Colantoni 7.5, Corazzi 7 (75’Silvestrini), Lazzoni 7, D’Addazio 7 (40’Gilardi 7), Ercoli 7.5, Moretti 8, Scotini 7.5, Cognigni 8, Cacciatore 7.5, Jachetta 7 (82’Gadda 7). All: Carucci.

O. AGNONESE: Biasella 7, Patriarca 6.5(61’Famiano s.v.,  64’Orlando 6.5), Litterio 6.5, Wade 7, Antonelli 6.5, Maresca 6.5, Troccoli 6 (86’Catano L s.v.), Ricamato 6.5, Morante 6.5, Di Lullo 7, Mancini 6. All: Urbano.

Arbitro: Cipriani di Empoli.

Marcatori: 42’ Cognigni.

Note: spettatori circa 500. Ammoniti: Moretti (M), Colantoni (M), Lazzoni (M), Antonelli (A), Patriarca (A), Ercoli (M), Ricamato (A).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X