Le Poste chiudono il pomeriggio
L’ufficio più vicino? A Civitanova

MACERATA - Il consigliere Riccardo Sacchi (Pdl) depositerà un ordine del giorno urgentissimo: "Dov'era il sindaco quando sono stati comunicati i nuovi orari?"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Fotografia poste centeali Macerata luglio 2013

L’avviso affisso alle Poste centrali di Macerata

Dal consigliere al Comune di Macerata Riccardo Sacchi, coordinatore comunale del Pdl, riceviamo:

“Un cittadino di Macerata o dintorni si reca per qualche operazione urgente alle Poste centrali di Macerata (l’anziano o l’invalido per la pensione, la vecchietta per pagare una bolletta, il professionista con una raccomandata urgente, ecc.) e, senza alcun preavviso, apprende che per 2 mesi – dal 4 luglio fino al 31 agosto – gli uffici chiuderanno anticipatamente alle 13.35. Non basta, beffa delle beffe: si viene avvisati da un foglietto “raffazzonato” e scritto in miniatura (si veda l’allegata fotografia) del fatto che l’ufficio “più vicino” ove effettuare operazioni nel pomeriggio è quello di Civitanova Marche, ad “appena” 30 chilometri di distanza. Allora – pur nel rispetto dell’autonomia gestionale di una Società che, però, ricordiamolo, eroga servizi essenziali – alcune domande sorgono spontanee. Per quale motivo l’amministrazione comunale non ha fatto nulla per evitare tale pesantissimo disagio ai cittadini maceratesi che dovranno fare a meno di un “servizio pubblico” essenziale, tanto più in un periodo delicato come quello estivo, e per addirittura 2 mesi?  Dov’era il Sindaco quando le Poste hanno comunicato all’amministrazione tale nuovi orari? E se tale comunicazione non c’è stata, perché il Sindaco, dopo ben 5 giorni, non ha ancora preso alcuna iniziativa per meglio comprendere la problematica, contattando immediatamente la direzione provinciale delle Poste per protestare formalmente chiedendo di mettere subito fine a tale gravissimo disagio per la “sua” cittadinanza? Altrimenti, a cosa dovrebbe servire essere Sindaco di una città “capoluogo”? Per ciò che mi riguarda mi farò immediatamente promotore di un urgentissimo ordine del giorno mediante cui – mi auguro nella maniera più larga, condivisa e convinta possibile – il Consiglio comunale impegnerà l’amministrazione ad affrontare e risolvere tempestivamente la grave problematica denunciata”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X