Farmacie comunali:
arrivano gli sconti

CIVITANOVA - Il nuovo presidente Carlo Centioni ha illustrato andamento economico e obiettivi futuri. Flop lo spostamento della farmacia numero 3. Perde 10mila euro a mese di incassi
- caricamento letture
Il presidente di Farmacie comunali Carlo Centioni

Il presidente di Farmacie comunali Carlo Centioni

di Laura Boccanera

Nuova campagna di promozioni e sconti per aiutare le famiglie con bimbi piccoli, una farmacia veterinaria dedicata agli animali e nuovi servizi. Le farmacie comunali sotto la nuova presidenza di Carlo Centioni si presentano con una serie di nuove attività. Questa mattina insieme con Sergio Rossini e Beatrice Moretti, Centioni ha illustrato i dati e l’andamento dei primi 3 mesi del 2013 comunicando anche le future iniziative  e le strategie che intende porre in essere. E se le attività sono molte un dato su tutti è quello più preoccupante: pur infatti essendo aumentate il numero di ricette rosse, (1407 in più rispetto all’anno precedente nello stesso periodo) è diminuito l’importo complessivo, ovvero quelle stesse ricette hanno reso circa 35mila euro in meno. Una flessione a cui va aggiunta una perdita di incassi da parte della farmacia comunale n° 3 spostata dalla precedente amministrazione nel 2011 da via garibaldi a via Almirante, sotto l’ancora disabitata casa studenti anziani. Uno spostamento più periferico sebbene solo di qualche centinaio di metri che però ha provocato perdite pari a 32mila euro negli ultimi 3 mesi con incassi negativi dell’8,66%. “Le farmacie comunali sono importanti e devono tornare a dare utili al Comune – commenta Carlo Centioni – per questo vista la perdita della farmacia n°3 abbiamo pensato di farla diventare una farmacia veterinaria, ovvero oltre alla vendita di farmaci normali come negli altri esercizi una parte della struttura sarà un polo per le medicine dedicate agli animali che applicherà sconti e promozioni”. E proprio sugli sconti e sulle promozioni Centioni punta per rilanciare anche le altre farmacie: “vogliamo stare vicini alle famiglie e abbiamo aderito a questa campagna prezzi piccoli piccoli che fa sconti fino al 30% sui prodotti per la prima infanzia, l’obiettivo è quello di fidelizzare la clientela e essere d’aiuto in un momento difficile della nostra economia”. Sull’ipotesi di vendita delle farmacie sulle quali è intervenuto anche l’ex presidente Ottavio Brini, Centioni si dice contrario: “spero che in maggioranza coloro che vogliono vendere siano una minoranza, le farmacie comunali possono produrre utili più significativi rispetto a quanto fatto finora. Attualmente sono stati ridotti anche i compensi del cda”.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X