Una Recanatese senza capo né coda
fa resuscitare anche l’Amiternina

SERIE D - Leopardiani sconfitti (2 a 1) in casa dai molisani, reduci da cinque ko consecutivi. La lotta per la salvezza è sempre più dura
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Franco Gigli

Franco Gigli

di Oreste Cecchini

Ora diventa davvero tutto più difficile per la Recanatese. Contro una diretta avversaria sempre sconfitta nelle ultime cinque partite, era proibito sbagliare, ed invece i leopardiani sono riusciti a far resuscitare anche l’Amiternina. E dire che la partita si era messa nei canali giusti dopo il vantaggio di Gigli, ma ancora una volta il reparto difensivo che per diverse stagioni si era confermato come un vero fortino, da troppe partite sta regalando opportunità quasi in serie e gli avanti avversari non si fanno certo pregare, cosicchè Pedalino prima e Gizzi poi riescono a ribaltare una situazione che li aveva visti in svantaggio, per poi recuperare addirittura con un uomo in meno.

Recanatese ancora priva di Jacoponi e Cavaliere e con Rossi non al meglio e costretto ad uscire nella ripresa, Amiternina molto attenta e contratta all’inizio, ma senza lasciare troppa iniziativa agli avversari, riesce con il trascorrere dei minuti ad impensierire la retroguardia dei locali, spesso in apprensione. Inizia quindi bene la Recanatese e già al 6′ Patrizi entra in area ma la conclusione viene sventata in corner, poco dopo il traversone di Gigli colpisce l’esterno della rete. Sono il preludio al vantaggio che si concretizza al 12′ ancora attivo Patrizi sulla destra scodella al centro la conclusione di Rossi viene ribattuta ma Gigli ben appostato porta in avanti i suoi. Ma la Recanatese invece di insistere ( solo una punizione di Morbiducci al’ 19′  fa la barba al palo) viene raggiunta alla mezzora .Berardi batte una punizione con il contagiri giusto e in area svetta quasi indisturbato (e forse oltre la linea difensiva) Pedalino che gonfia la rete. Si va al riposo in parità, ma già nei primissimi minuti gli ospiti potrebbero passare di nuovo se Paniccià non si superasse sul tiro ravvicinato di Costantino. La squadra di casa risponde con un calcio da fermo di Marchetti che sfiora l’incrocio al 10′ e poco dopo gli ospiti restano in dieci per l’espulsione di Di Francia; sembra fatta ed invece per i recanatesi l’uomo in piu’ si rivelerà dannoso. E da una mezza dormita difensiva al 34′ Pedalino riesce a beffare i suoi contollori rimmettendo al centro per l’indisturbato Gizzi che colpisce il pallone facendolo rimbalzare sul terreno e per  Paniccià non c’è nulla da fare. Si materiallizza così una sconfitta che oltre alla classifica farà male al morale stesso di una squadra che già nel prossimo turno dovrà per forza rialzzarsi, per non perder il lumicino di speranza.

***

IL TABELLINO

Recanatese-Amiternina 1-2

Recanatese: Paniccià-Patrizi-Di Marino -(’69 Agostinelli)- Rachini-Commitante- Morbiducci-Curzi-Marchetti-Rossi(’67Garcia)-Gigli-Bruciapaglia all.Omiccioli. a disp.: Catinari-Ristè-Moriconi-Bartomeoli-Latini

Amiternina: Spacca-Lenart D.-Valente-Varchetta-Di Francia-Petrone-Bocchino(’69 Riocci)-Berardi(’76 Federici)-Pedalino-Gizzi-Costantino all.Angelone. a disp. : Napoleoni-Russano-Perfetti-Rotariu-Lenart L.

Arbitro: Marottta di Sapri.

Reti:  12′ Gigli, 32′ Pedalino, 79′  Gizzi.

Note: spettatori 200 circa;  angoli 3-3; ammoniti Gizzi-Berardi-Spacca-Di Francia;  espulso per somma di ammonizioni Di Francia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X