Colpo della Vis Macerata
Torna il trequartista Andrea D’Angelo

PROMOZIONE - Importante acquisto per la società del presidente Moretti a tre giorni dall'inizio del campionato
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Andrea-DAngelo

Andrea D’Angelo

Arriva a tre giorni dall’avvio del campionato di Promozione il primo acquisto operato dalla Vis Macerata. Tardivo ma strepitoso perché il club biancoceleste ha perfezionato il tesseramento di Andrea D’Angelo, fantasista/seconda punta classe 1981.

Un clamoroso ritorno perché il numero 10 dal mancino fatato era già stato alla Vis nella stagione 2010-2011 trascinando la squadra di Lattanzi con ben 21 marcature. Poi l’inattesa separazione ed ora ancora insieme come due innamorati. Decisiva per il buon fine della trattativa la reciproca volontà. Da un lato quella del presidente Moretti che riteneva già valida la sua squadra ma l’ha voluta arricchire con un grande regalo, dall’altra quella di D’Angelo che si era reso disponibile anche per “fare numero” nelle amichevoli. Come compagno di reparto riavrà quell’Aquino con cui strabiliò nel Trodica 2009-2010. I due e capitan Gentili formano il tridente d’attacco forse più tecnico e insidioso del torneo. Inoltre la Vis prosegue nel progetto volto a dare spazio ai giovani e utilizzare calciatori di Macerata.

Ds Gagliardini, non cercavate una punta di peso? ”Sì, ma solo –sorride- se non fossimo arrivati ad Andrea.” E’ già pronto per debuttare sabato con la Cuprense? ”E’ inserito in questa squadra. Molti elementi compreso il tecnico vi erano due anni fa, poi questa estate si è allenato con noi e, in un paio di casi, lo abbiamo chiamato per delle amichevoli.” Con un tridente così la Vis non può nascondere le sue ambizioni..”Ne siamo consapevoli, dovremo sfruttare la nostra trazione offensiva per almeno centrare i playoff come l’anno scorso.”



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X