Zaccanti carica la Civitanovese
“Nessun dramma, pronti per rialzarci subito”

Il difensore analizza l'inizio di stagione dei rossoblu: "Dobbiamo lavorare e pensare giorno dopo giorno a migliorare"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Federico-Zaccanti-2

Federico Zaccanti

di Laura Barbato

La settimana di lavoro che attende la Civitanovese in vista del prossimo match, non è certo delle più dolci; dopo aver detto addio alla Coppa Italia, i rossoblu alla prima di campionato, cadono anche sul campo dell’Agnonese. Di certo il momento non è dei migliori, ma ad allietare gli animi ci pensa il neo acquisto, giunto poche ore fa al Polisportivo. Si tratta di Jurgi Filopati, giocatore classe ’94, proveniente dal campionato di Eccellenza. Una freccia in più all’arco di Cornacchini e chissà che non potremmo vederlo subito in campo, domenica contro l’Astrea; intanto analizziamo quanto è successo domenica scorsa con il difensore Federico Zaccanti.

Zaccanti, ad Agnone è arrivata una brutta sconfitta, che spiegazione si è dato?
“La partita è stata preparata ed interpretata bene, però quei due episodi sono stati fatali”.

Due partite ufficiali, due sconfitte contro squadre sulla carta più che abbordabili, secondo lei a cosa è dovuto?
“E’ dovuto al fatto che la squadra è completamente rinnovata e che non ha ancora trovato certi meccanismi, perciò dobbiamo lavorare e pensare giorno per giorno a migliorare”.

Quindi, a suo avviso, queste due sconfitte non sono arrivate per mancanza di personalità?
“Assolutamente no, anche perché se non ci fossero stati questi episodi, per come la stavamo interpretando, la gara sarebbe andata in un altro modo”.

Perciò, alla luce di queste sconfitte, comunque non parliamo di un ridimensionamento degli obiettivi …
“No, anche perché il campionato è appena iniziato e si può fare un discorso del genere solo nelle ultime giornate”.

La sua, quindi, è una Civitanovese che lotta per i primi posti?
“Noi lavoriamo per far bene, cercando di fare il meglio possibile, poi dove arriveremo non lo so”.

Domenica, al Polisportivo arriva l’Astrea, che partita si aspetta?
“E’ una partita molto importante, in cui dobbiamo riscattarci della gara contro l’Agnonese; non sarà facile perché di fronte avremo un avversario molto forte”.

Sentite già la pressione di dover vincere per forza?
“Sappiamo che in palio ci sono i tre punti e noi ci alleniamo per questo; non ci sono pressioni ma è chiaro che dobbiamo far bene”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X