Scontrini e abusivismo: blitz della Finanza a Pesaro

- caricamento letture

Duplice operazione della Guardia di Finanza di Pesaro. Da una parte, militari in divisa hanno scandagliato il territorio a caccia di venditori abusivi, sequestrando centinaia di capi contraffatti; dall’altra, personale in borghese ha controllato gli esercizi commerciali, rilevando 17 casi di mancata emissione degli scontrini Sul versante della lotta all’abusivismo e alla contraffazione, l’operazione si è risolta con il sequestro di 488 pezzi contraffatti. Alla vista delle divise gli ambulanti si sono dati alla fuga, lasciando sul posto capi di abbigliamento, accessori, borse, cinture e occhiali, tutti riproducenti le più note griffe del mercato. In pochi giorni è stato quasi raddoppiato il bilancio annuale: i 488 pezzi si vanno infatti ad aggiungere ai 544 sequestrati nei primi sei mesi del 2012.
Per quanto riguarda gli scontrini e le ricevute fiscali, invece, i militari in abiti civili hanno compiuto 63 accertamenti in esercizi commerciali, ravvisando 17 violazioni (con un’incidenza del 27%). Le irregolarità si vanno ad aggiungere alle 519 scovate nel primo semestre dell’anno.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X