Blitz antievasori della Guardia di Finanza
Controlli in 31 comuni maceratesi

Le Fiamme Gialle hanno messo in atto questa mattina un vasto “Piano Coordinato di Controllo Economico del Territorio"
- caricamento letture

ggf-00-1024x575

 

Ben 100 militari della Guardia di Finanza di Macerata sono impegnati in questo momento in 31 dei 57 comuni della provincia di Macerata per l’attuazione di un vasto “Piano Coordinato di Controllo Economico del Territorio“. L’operazione è in pieno svolgimento e, in particolare, pattuglie di finanzieri “in divisa” stanno dando attuazione ad una serie di attività operative volte al contrasto ed alla prevenzione degli illeciti fenomeni dell’abusivismo commerciale e della minuta vendita di merci contraffatte. Mentre altre pattuglie – in questo caso composte da finanzieri in “abiti civili” – sono contestualmente impegnate nel controllo della regolare emissione di scontrini e ricevute fiscali da parte di una molteplicità di esercenti, appartenenti alle diverse categorie che caratterizzano il variegato panorama economico della provincia di Macerata. Nelle prossime settimane analoghi interventi verranno replicati su tutto il territorio della provincia e nei mesi scorsi hanno già interessato molte città italiane, creando non poco scalpore, anche per i risultati ottenuti, ad esempio a Cortina, Milano e Firenze.

blitz_finanza2-300x167Tali tipologie di operazioni, spiega la Guardia di Finanza, si inquadrano, infatti, in consolidate metodologie d’azione, sistematicamente attuate anche nella specifica prospettiva di utilizzare i dati “ caldi” acquisiti sul campo per integrare ed attualizzare le attività di monitoraggio ed analisi del tessuto “economico-finanziario”.
La “mappatura del territorio“ e le correlate “analisi di rischio” sono infatti oramai divenute usuali strumenti a cui si avvalgono i Reparti del Corpo, al fine di meglio “mirare“ ben più approfondite attività ispettive o di indagine (anche di polizia giudiziaria) verso i soggetti nei cui confronti emergono significativi indizi di comportamenti illeciti e di “infedeltà fiscale”.
Le Fiamme Gialle evidenziano che il “Piano Coordinato” ha quali obbiettivi non solo quello di tutelare gli operatori economici “regolari“ dalla sleale ed illecita concorrenza degli abusivi e di coloro che vendono merci fuori norma, ma anche di evitare che gli esercenti che rispettano gli obblighi di emissione dei documenti fiscali finiscano con il risultare indebitamente “svantaggiati “ rispetto a loro concorrenti che violano le norme tributarie.

I risultati dell’operazione saranno resi noti nelle prossime ore.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X