Vive in auto da più di un mese
“Vi prego, datemi un lavoro”

LA CRISI - Il disperato appello di Vincenzino Rodolfo, 45enne sarnanese, disoccupato, che ha parcheggiato in viale Trieste per manifestare il suo dramma
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
protesta_rodolfo-1-300x225

Vincenzino Rodolfo davanti alla sua auto ferma in viale Trieste

di Alessandra Pierini

Ha posteggiato la sua macchina lungo viale Trieste a Macerata, l’ha coperta con un lenzuolo bianco dove ha scritto le sue ragioni, minacciando di avviare lo sciopero della fame, e ha atteso che qualcuno rispondesse al suo disperato appello. E’ questo il gesto disperato di Vincenzino Rodolfo, 45 anni, fino a pochi mesi fa residente a Sarnano, attualmente trasferitosi nella sua auto per mancanza di casa. E’ lui stesso a raccontare con grande rassegnazione la sua storia: «Ho sempre lavorato nel settore edile e nel fotovoltaico, poi però è arrivata la crisi. Da due anni sono senza lavoro. Per qualche mese sono comunque riuscito ad andare avanti grazie al sostegno di disoccupazione poi però sono rimasto per strada, non ho potuto più pagare l’affitto e dal 4 aprile abbiamo iniziato a vivere in auto». Da quel momento Vincenzino si è rivolto a tutti coloro che avrebbero potuto aiutarlo ma senza risultato finchè la settimana scorsa ha sostenuto un colloquio per essere impiegato in una struttura pubblica: «Questi mesi sono stati molto difficilissimi – va avanti – mia moglie si è anche ammalata a forza di stare in macchina. Ho chiesto aiuto ai Servizi Sociali ma senza risultati. L’unico a darmi un po’ di solidarietà è stato il gestore di un agriturismo a Muccia che mi ha ospitato Poi finalmente le mie speranze si sono riaccese grazie al colloquio ma proprio ieri mi hanno fatto sapere che non ero stato preso e adesso veramente non so più che fare».

protesta_rodolfo-4-300x225Ma cosa chiede Vincenzino Rodolfo? «Non voglio soldi ma semplicemente un lavoro che mi permetta di vivere in maniera dignitosa». Il lavoro, un lusso che in molti, di questi tempi, non possono permettersi.      protesta_rodolfo-3-300x225



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X