Marrocchi spinge il Serralta
Primo pareggio per il Csi Recanati

IL PUNTO SULLA SECONDA - L'Appignanese vince a Villa Musone e mantiene la leadership del girone E
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

L'allenatore dell'Appignanese Cesare Giovagnetti

di Federico Bettucci

Un poker per legittimare un meritato trionfo. Il Montesangiusto si sbarazza degli Amatori Corridonia, sbranati 4-0, e prepara lo champagne: mancano 2 punti per la Prima categoria, sempre che il Serralta le vincerà tutte. Pomiro in apertura sblocca la contesa, salendo in doppia cifra in appena metà stagione; D’Ascanio ricorda a tutti che il cannoniere della squadra è lui, gonfiando il sacco due volte e tornando a tallonare Remigi e Salvucci, entrambi a secco nello scontro diretto; Mancinelli, terzo goleador della capolista (6 gol con quello di sabato), chiude i conti definitivamente. Il Serralta vola con Marrocchi: a San Severino una doppietta del numero 10 nel corso della ripresa spegne le velleità dell’Elfa e consegna alla truppa di Biciuffi la vittoria all’inglese e la seconda piazza in solitaria. Sono 3 ora i punti di vantaggio sul Muccia, sconfitto 2-1 a Macerata da un Rione Pace che ormai non si ferma più e continua a stupire: al rigore di Carnevale nel primo tempo fanno seguito i due colpi di testa vincenti dei padroni di casa nel quarto d’ora finale, con gli ospiti in inferiorità numerica. Serralta (52 punti) aritmeticamente ai playoff, al Muccia (49) manca poco, attualmente quarti gli Amatori (46) davanti a Due Emme (45, battuto 1-0 un Sarnano ancora a rischio playout) e Giovani Tolentino (42), ammanettati sull’1-1 da un Pievebovigliana semi disperato ma tutt’altro che arrendevole. Segnano nel primo tempo i bomber delle due squadre: a Vendemiati risponde Tarquini, per un punto che sembra non servire a nessuno. Quello del Ciommei è l’unico pareggio di giornata. I 3 scontri diretti in chiave salvezza sorridono a San Claudio (punti 34 e salvezza ipotecata), Telusiano (29) e Folgore Castelraimondo (25), vittoriose di misura rispettivamente sul Ripe Val di Chienti (1-0, decide Marignani al rientro dopo un lungo infortunio), su una Belfortese che non vince da 3 mesi (1-0 in trasferta con un rigore di Alijoski, unico segno “2” in schedina) e sull’Urbisalviense (2-1 con l’appena subentrato Di Lupidio e Moscatelli che annullano la marcatura di Ferranti). Sotto a Sarnano (32) e al super Rione Pace (31), capace di portare a casa 13 punti nelle ultime 5 uscite, ecco il terzetto a quota 29, composto da Telusiano, Ripe Val di Chienti e Urbisalviense,con queste ultime due sorpassate proprio dai maceratesi di Bernabei. I 5 punti di vantaggio di Belfortese e Folgore (25), infine, sembrano condannare un Pievebovigliana (20) prossimo a ricevere il Montesangiusto. Nel girone E l’Appignanese sforna una prova di forza che lascia ben sperare per le ultime 3, decisive, tappe della stagione. La prima della classe scaccia i fantasmi dopo le opache prestazioni delle ultime settimane, andando ad espugnare il campo del Villa Musone, prima di sabato sconfitto appena una volta tra le mura di casa. Il 3-2 che spinge la banda di Giovagnetti a quota 58 lo cucinano Leonori (doppietta) e Biboski, saliti così a quota 8 e 14 (raggiunto il compagno Bambozzi) centri in stagione. Immutato il vantaggio su chi medita di acchiappare la capofila del raggruppamento: più 2 sulla Vis Faleria (vittoria 1-0 a Trodica su un Aries tutt’altro che tranquillo) e più 4 sulla Vigor Castelfidardo. L’Appignanese conserva sempre il miglior attacco e la difesa meno penetrata, oltre al primato delle vittorie lontano da casa, ben 8. Secondo ko di seguito (con 7 gol incassati) per la Vigor Montecosaro, sempre quarta ma al tappeto in casa (1-3) con la Nuova Folgore. La vera notizia di giornata viene però dall’1-1 tra il Csi Recanati (gol di Pigini) e il Pietralacroce: per i leopardiani si tratta del primo pareggio stagionale, giunto alla 27° giornata. Dal terzetto delle seste, comunque ancora in pericolo dati i soli 3 punti di vantaggio sulla quint’ultima (Osimo Stazione), esce l’Aries ed entra il Morrovalle, nelle cui gare, nell’ultimo mese, è impossibile sbadigliare: vittoria 3-2 sull’Aries, sconfitta catastrofica ad Ancona contro l’Atletico (0-9), capitombolo interno con la Vigor Castelfidardo (3-4) ed infine il colpo in casa del Corva Calcio, superato 5-3. Tutti i titoloni se li prende Del Medico: tripletta per lui. Il Real Montecò (in rete Gaspari), perde 2-1 sul campo dell’Osimo Stazione, rimanendo sul fondo a meno 4 dalla penultima. Servirà un miracolo. Nel girone D una doppietta di Ultimi nel giro di 5 minuti a metà primo tempo permette al Victoria Strada di domare 2-0 la Sampaolese e di posizionarsi in terz’ultima posizione. Il calendario riserva ora 2 trasferte in casa della terza e della quinta, ma il buon girone di ritorno dei cingolani lascia ben sperare. Non disputata Ediartis Cingvlum-Cerreto.

IL PERSONAGGIO DELLA SETTIMANA:  Riccardo Marrocchi (Serralta). Nella lotta per agguantare il secondo posto, il migliore in vista della bagarre playoff, sono decisivi i suoi due acuti in una gara bloccata come quella con l’Elfa. Schioda lo 0-0 e poi concede anche il bis, praticamente con il replay del primo gol. L’apriscatole della partita.

LA FORMAZIONE DELLA SETTIMANA:

1 – Pennesi (Montesangiusto)

2 – Gaspari (Real Montecò)

3 – Constà (Montesangiusto)

4 – Natali (Serralta)

5 – Xhafa (Rione Pace)

6 – Di Lupidio (Folgore Castelraimondo)

7 – Pomiro (Montesangiusto)

8 – Marrocchi (Serralta)

9 – D’Ascanio (Montesangiusto)

10 – Leonori (Appignanese)

11 – Del Medico (Morrovalle)

Allenatore: Paoloni (Montesangiusto)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X