L’ex cremisi Carancini
tra passato e presente:
“Forza Maceratese, grazie Tardella!”

VERSO IL DERBY - Il sindaco di Macerata ha vestito per molti anni la maglia del Tolentino
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Carancini-1

di Andrea Busiello

Sarà una domenica particolare per il Sindaco di Macerata Romano Carancini. All’Helvia Recina, in campo alle 16, si affronteranno la prima squadra della sua città, la Maceratese, e la formazione che l’ha reso celebre come calciatore negli anni ’80 nei campionati d’interregionale e Promozione, ovvero il Tolentino. Dalla stagione ’79/’80 a quella ’87/’88, Carancini è stato uno dei punti di forza di quel Tolentino. Utilizzato come libero o mediano davanti alla difesa, l’attuale primo cittadino di Macerata, collezionò nell’esperienza cremisi oltre 400 presenze tra Interregionale e Promozione (l’Eccellenza di oggi). “Ho ricordi magnifici dell’esperienza al Tolentino – dice lo stesso Carancini – Conservo tantissimi ricordi di quegli anni. Uno su tutti? Stagione 79/80: all’Helvia Recina di Macerata, dinanzi ad oltre 10 mila spettatori, ci giocavano lo spareggio per la promozione in Interregionale con il Corridonia. Dopo una battaglia sportiva entusiasmante perdemmo ai rigori.

Carancini-e-Morbiducci

La delusione fu tanta ma vedere uno stadio gremito in quel modo ancora oggi mi mette i brividi”. Il cuore di Carancini è sempre stato biancorosso e lo sarà anche domenica: “Quando ero piccolo facevo il raccattapalle alla Maceratese e già da li ero tifosissimo della squadra della mia città. Per domenica, nonostante il mio passato con la maglia cremisi, non ci sono dubbi: forza Maceratese! Mi auguro vivamente che i biancorossi vincano il campionato ed il Tolentino i play off perchè entrambe meritano il salto di categoria”.

Passando ad analizzare la gara sotto l’aspetto tecnico, Carancini dice: “Credo che la Maceratese abbia maggiori individualità: mi riferisco a Rosi, Cacciatore ma anche ai tanti giovani validi della propria rosa come Russo, Donzelli e Piergallini. Il Tolentino è una squadra molto quadrata con un giocatore che fa la differenza in questa categoria: Federico Melchiorri. Credo che la Maceratese abbia qualche chance in più di vincere ma preferisco non fare pronostici”. In città l’entusiasmo che si respira intorno a questa squadra è incredibile: “Il merito è tutto di Maria Francesca Tardella e del suo eccezionale staff. Purtroppo negli ultimi quindici anni la storia della Maceratese è stata un pò offuscata da campionati mediocri ma sono convinto che questa dirigenza abbia tutte le carte in regola per ambire ad un posto tra i professionisti. Auguro di tutto cuore alla società di vincere questo campionato”.

carancini-helvia-recina(Nelle foto Carancini protagonista della sfida di solidarietà all’Helvia Recina con la nazionale cantanti sugli spalti durante una partita della Maceratese)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X