Sigilli a un laboratorio clandestino a Treia

Rinvenuti dalla guardia di finanza capi di abbigliamento ed accessori contraffatti, foulard e sciarpe riportanti i marchi di note griffe
- caricamento letture

guardia-di-finanzaOperazione della Guardia di Finanza di Ancona che ha posto i sigilli ad un laboratorio clandestino a Treia, dove venivano prodotti capi di abbigliamento ed accessori contraffatti, foulard e sciarpe riportanti i marchi di note griffe come Fendi, Louis Vuitton, Dolce e Gabbana, Gucci, Armani, Missoni, Burberry, Peuterey, Alviero Martini – 1a Classe, Moschino, Moncler, Siviglia, 9.2 e Jeckerson.

L’operazione si è conclusa con la denuncia del titolare del laboratorio all’Autorità Giudiziaria maceratese, il sequestro dell’intera azienda, dei macchinari utilizzati, di circa 8.000 capi contraffatti e di 15.000 rotoli di filati, per un valore complessivo di oltre un milione di euro.

Nel laboratorio, ove si riproducevano modelli di capi delle griffe, era in fase di ultimazione la produzione di grosse partite di prodotti, che sarebbero state immesse sul circuito commerciale marchigiano e nazionale nelle prossime stagioni. Ulteriori quantitativi di merce, rilevanti per numero e pregiata manifattura, erano stati già realizzati ed immagazzinati per essere immessi in commercio.

Il logo e le etichette identificative rispecchiavano visivamente i particolari riportati sui prodotti originali,cosicchè gli investigatori sono stati indotti ad ipotizzare che la merce fosse destinata non al mercato degli ambulanti abusivi, ma a quello degli outlet o di negozi di abbigliamento compiacenti, dove normalmente si commercializzano gli originali griffati.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X