La Nuova Città: “Corvatta il nostro Pisapia”

CIVITANOVA VERSO LE ELEZIONI - Presentata la lista: "Siamo gli unici senza tessere di partito"
- caricamento letture
la-nuova-citta

Ieri sera la presentazione della lista (foto Vives)

di Laura Barbato

Dopo aver reso noti i nomi della lista “La Nuova Città”, tutti i ventiquattro componenti della lista civica, alla presenza della stampa, hanno dichiarato il loro appoggio al candidato del centro sinistra Tommaso Claudio Corvatta, esprimendo singolarmente i propri progetti per migliorare la città: dal rinnovamento del turismo, al problema dello smog e dell’inquinamento acustico, passando per le troppe cementificazioni. Sono questi i temi centrali che fa propri questa sesta lista civica in appoggio al candidato del centro sinistra, che come dichiarato dal suo capolista Piero Gismondi, ha come principale obiettivo quello di migliorare il risultato delle elezioni del 2007, quando la lista si presentava per la prima volta alle elezioni riscuotendo il 6% dei voti ( 1300 voti circa) che portarono all’elezione di tre consiglieri comunali: Paolo Ruggeri, Antonio Recchioni e lo stesso Gismondi. “ La nostra è l’unica lista civica che si sia presentata a queste elezioni – continua Gismondi- perché le altre sono tutte formate da persone che hanno la tessera del partito e questo è il nostro punto di forza. Sono molto ottimista e dico senza preoccupazione che lo schieramento del centro sinistra è nettamente in vantaggio rispetto agli altri e credo che ci saranno delle sorprese, perché allo stato attuale Corvatta potrebbe vincere al primo turno”.  Effetto Pisapia, ecco cosa rappresenta e cosa auspica il centro sinistra con la vittoria di Corvatta alle primarie: “ La gente non ne può più di questa amministrazione – dichiara Recchioni- e ha bisogno di una persona nuova e questo si è visto con le primarie. Corvatta è il candidato che rappresenta il cambiamento e per questo sono sicuro che prenderà anche voti da persone del centro destra che lo stimano”. La parole chiave è cambiamento, una rivoluzione che deve partire da chi vive e ama Civitanova; il centro sinistra auspica un effetto Pisapia, intanto la realtà dei fatti dice che c’è sempre più una disaffezione della politica dei partiti testimoniata anche dalle tante liste civiche.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X