La Maceratese espugna Fossombrone
con le reti di Orta e Rosi

ECCELLENZA - I biancorossi vincono 2-1 e proseguono la serie positiva. Match molto combattuto: Arcolai espulso, Carfagna para un rigore e i locali finiscono in 9
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Maceratese-Corridonia-7-300x200

Bruno Rosi in azione

di Filippo Ciccarelli

La Maceratese che non può permettersi di sbagliare è di scena a Fossombrone per il recupero della sesta giornata di ritorno del campionato d’Eccellenza. Per l’occasione Di Fabio è privo di Giandomenico, Cacciatore e con Eclizietta a mezzo servizio in panchina, tutti condizionati da problemi fisici. Spazio dunque a Troli, Bucci e Carboni in mezzo al campo, con Rosi e Piergallini sulle ali e Orta unica punta. Alla fine del match è la Maceratese ad esultare grazie alle reti di Orta e Rosi che permettono ai ragazzi di mister Di Fabio di raccogliere un successo tanto meritato quanto importante. La cronaca. Inizio shock per la Forsempronese che dopo il fischio d’avvio si fa rubare il pallone da Carboni e permette al talentuoso centrocampista di imbeccare Orta che entra in area di rigore e con un rasoterra infila Zallocco. Sono passati appena 14 secondi e l’attaccante abruzzese segna quello che è, forse, il gol più veloce della storia della Maceratese. Al 3′ Carboni impegna l’estremo difensore di casa con una punizione: all’8 Carfagna risponde al collega di casa su un tiro di Belkaid. Al 9′ clamorosa palla gol per i locali, ma il tiro di Morelli viene salvato sulla linea da Russo. Al 12′ mucchio in area biancorossa, sugli sviluppi di un calcio di punizione un paio di giocatori a terra ma l’arbitro non fischia nulla e così sul capovolgimento di fronte Piergallini va vicino al 2-0 ma la sua conclusione viene deviata in corner. Sul calcio d’angolo Orta colpisce di testa la traversa.

Maceratese-Belvederese-14-300x200

Mario Orta

Al 17′ Fiori approfitta di un clamoroso errore di impostazione di Arcolai, entra in area e lascia andare un diagonale che esce a fin di palo. Ritmi altissimi e gara entusiasmante: al 36′ break di Donzelli che recupera palla sulla fascia destra, la percorre e serve Rosi, ma il brasiliano calcia strozzando il tiro dal limite dell’area. Al 41′ l’episodio che potrebbe cambiare la gara: Carfagna sbaglia il rinvio mettendo palla sui piedi di Belkaid, i locali si catapultano dalle parti del portiere biancorosso, a concludere il pasticcio ci pensa Arcolai che lascia scorrere il pallone. Dietro di lui c’è Cinotti che si invola verso la porta e salta Carfagna prima di subire il fallo di Arcolai che costa l’espulsione al difensore biancorosso e calcio di rigore. Carfagna si riscatta bloccando a terra il penalty calciato da capitan Davide Giorgini. Al 43′ Morelli si gira nell’area biancorossa calciando di poco a lato e proprio sul finire del tempo un’altra indecisione tra Carfagna e Benfatto fa palpitare i biancorossi. La ripresa si apre ancora nel segno dell’incertezza perchè il portiere biancorosso sbaglia un’altra uscita, ma la Forsempronese non ne approfitta. Anzi, pur con l’uomo in meno la Maceratese ci prova e al 13′ coglie una traversa dai 20 metri con Rosi. Passano 2 minuti e i biancorossi raddoppiano grazie ad un calcio di rigore procurato da Orta, che ha ricevuto in area l’assist di Cucco. Penalty trasformato dal brasiliano Rosi. Nell’occasione la Maceratese pareggia il conto degli uomini in campo perchè viene espulso il capitano Davide Giorgini. I padroni di casa hanno 3 occasioni nel giro di 10′: con Ruggeri, alto di testa sugli sviluppi di un corner; con Cinotti che solo davanti a Carfagna sbaglia la girata al volo e con Cecchini che scavalca il portiere biancorosso ma non trova il gol grazie alla spazzata provvidenziale di Cucco. Il lavoro per la terna non è ancora finito perchè D’Ascanio sventola il rosso in faccia a Luchetti che abbandona il campo senza protestare. Anche in 9 contro 10 la gara rimane equilibrata e la Forsempronese accorcia al 36′ con Fiori, ben imbeccato da Cecchini, favorito a sua volta dall’errore di Troli. I biancorossi arrivano così ad un successo che li proietta per qualche ora da soli in cima alla classifica: tra i migliori spiccano Orta, che ha retto egregiamente il peso dell’attacco facendo una gara anche di sacrificio, Rosi scattante ed agile come quello di inizio stagione e Donzelli che ha controllato un cecchino come Cinotti senza sbagliare nulla. Nonostante tutto la Maceratese ha provato a complicarsi la vita mostrandosi imprecisa soprattutto in fase difensiva: ne è la prova l’azione che ha portato all’espulsione di Arcolai, autentico regalo non sfruttato dai padroni di casa e le incomprensioni tra Carfagna – troppo lezioso per essere un portiere d’Eccellenza – e gli altri suoi compagni di reparto (vedi Benfatto).

il tabellino:

FORSEMPRONESE: Zallocco 5.5, Luchetti 6, Battistelli 6, Giorgini D. 4.5, Ruggeri 6.5, Giorgini F. 6, Morelli 7 (43′ st Polverari sv), Amadori 7 (12′ st Cecchini 6), Cinotti 5, Belkaid 6.5 (43′ st Marcolini G. sv), Fiori 6.5. All: Fucili.

MACERATESE: Carfagna 5.5, Donzelli 7.5, Russo 7, Arcolai 5, Troli 5.5 (37′ st Biancucci sv), Benfatto 6, Piergallini 5.5 (7′ st Cucco 6.5), Bucci 7, Orta 7.5, Carboni 7 (23′ st Massetti), Rosi 7.5. All: Di Fabio

ARBITRO: D’Ascanio di Ancona.

RETI: 14″ Orta, 15′ st Rosi su rig., 36′ st Fiori.

NOTE: Spettatori circa 200. Calci d’angolo 7-3 per la Forsempronese. Ammoniti Battistelli, Luchetti, Marcolini G. (F); Cucco (M). Espulsi: Arcolai (M) 41′ pt. Giorgini D. (F) al 15′ st. Luchetti (F) 30′ st.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X