Cingolana in caduta libera
Il Fossombrone vince allo Spivach

ECCELLENZA - Decisiva la marcatura di Fiori al 27' del primo tempo. Gli uomini di mister Carassai fuori dalla zona play off
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Mister-Carassai

L'allenatore della Cingolana Ermanno Carassai

Finora mai è stata vittoriosa la Cingolana ricevendo in Eccellenza il Fossombrone che stavolta l’ha proprio buggerata affermandosi col primo dei tre tiri effettuati verso la porta locale. Ma non si creda che il Fossombrone poi abbia fatto le barricate: si è mosso con apprezzabile disinvoltura, ha imbrigliato la reattività della Cingolana che al grande impegno non ha abbinato lucidità e concretezza. Purtroppo la Cingolana sta pagando un oneroso pedaggio a una serie di componenti negative: ha un organico essenziale che fin quasi al termine del girone di andata ha prodotto il meglio impegnandosi al meglio. Poi varie e ripetute contrarietà hanno “tartassato” la Carassai Band, che si sforza a vuoto. Il Fossombrone, in formazione alquanto rimaneggiata per propri imprevisti, ha tesaurizzato al massimo una circostanza favorevole per poi gestire la partita anche con l’ovviamente involontaria ma evidente “complicità” dell’arbitro che sembrava avesse dimenticato a casa perlomeno il cartellino giallo esibito al 4’ della ripresa nei confronti di Cacciamani, mentre in precedenza (e anche in seguito) ha sorvolato sulle ripetute scorrettezze di mestiere del Fossombrone. La Cingolana ha cominciato bene proseguendo benino fino al gol incassato, salvo poi reagire senza riuscire nell’intento di recuperare. Al 6’ Adami ha ricevuto da Gigli concludendo a lato. Hanno replicato gli ospiti al 10’ con Fiori su cui è intervenuto Maccari deviando in corner la conclusione dell’attaccante avversario. Zallocco si è messo in evidenza al 25’ effettuando un plastico intervento volante per sventare in angolo la punizione di Gigli. Al 27’ la rete (decisiva) del Fossombrone: Giorgini ha imbeccato Fiori che, qualche metro prima del vertice destro dell’area locale, ha fatto partire uno spiovente su cui Pandolfi è rimasto immobile. E meno male che lo stesso portiere 3’ dopo ha sventato in tuffo un diagonale rasoterra di Pagliari. Nel secondo tempo, al 9’ Fiori su punizione ha obbligato Pandolfi a compiere un balzo per alzare in corner l’insidiosa fiondata. La Cingolana (che verso la fine ha reclamato la concessione d’un rigore per un fallo in are di Ruggeri su Maccari) per due volte ha seriamente insidiato il Fossombrone: al 24’ quando su punizione di Gigli è andato in elevazione D’Addazio ma Zallocco lo ha anticipato di pugno, e al 34’ ancora con Gigli che su punizione ha richiesto a Pandolfi un gran volo per dirottare la traiettoria.

CINGOLANA-FOSSOMBRONE 0-1

CINGOLANA: Pandolfi, Mancini (dal 39’ s.t. Torelli), Federici (dal 43’ s.t. Montironi), Tomassoni, D’Addazio, Maccari, Gigli A., Ben Djemia, Maccioni (dal 1’ s.t. Cacciamani), Adami, Kleqka. A disp.: 12 Romagnoli, 13 Farroni, 15 Gambini, 18’ Faris. Allenatore: Carassai.

FOSSOMBRONE: Zallocco, Lucchetti, Polverari, Ruggeri, Sannipoli, Giorgini F., Morelli (dal 43’ s.t. Battistelli E.), Amadori, Cecchini (dal 22’ s.t. Belkaid), Pagliari (dal 36’ s.t. Marcolini A.), Fiori. A disp.: 12 Mea, 14 Battistelli A., 16 Marcolini G., 17 Talevi. Allenatore: Fucili.

ARBITRO: Petrini di Fermo (Teodori e Pietracci di Fermo).

MARCATORE: Fiori al 27’ p.t.

NOTE: pioggia e folate di nebbia, fondo colloso. Ammoniti: Cacciamani, Maccari, Lucchetti. Un centinaio di spettatori. Calci d’angolo 5-4 (2-3) per la Cingolana. Recuperi: 1’ + 5’.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X