Far West lungo la Superstrada 77
Inseguimenti e spari nella notte di Natale
Arrestata banda di minorenni

Mentre la gente è alla messa di mezzanotte i ladri colpiscono. Auto in fuga tenta di investire due carabinieri che reagiscono sparando alle gomme. Quattro nordafricani finiscono in manette dopo una notte di ordinaria follia tra Civitanova, Montecosaro e Morrovalle
- caricamento letture

inseguimento-nella-notte

di Roberto Scorcella

Vigilia di Natale movimentata con furti in serie, inseguimenti e colpi di pistola. Il tutto a cavallo fra Civitanova, Montecosaro e Morrovalle. Scene da film, inusuali per le nostre zone, con un finale dove la tragedia è stata evitata soltanto per un puro caso.
Tutto è cominciato tra Montecosaro e Trodica di Morrovalle intorno alla mezzanotte, quando tanti cittadini erano in chiesa per la tradizionale messa della notte di Natale e le loro abitazioni sono state prese di mira dai ladri. Qualcuno, però, ha notato i movimenti sospetti nelle case e ha avvertito i carabinieri. Nel frattempo, i malviventi si erano già dati alla fuga, ma sono stati intercettati da due pattuglie in un’area di servizio a Civitanova. Quando i ladri si sono resi conto che per loro la situazione si era fatta complicata, hanno cercato la fuga tentando di investire due carabinieri che erano scesi dall’auto di servizio. I militari sono riusciti a schivare l’auto che stava per colpirli e hanno sparato in direzione dei fuggitivi mirando alle ruote.

Uno dei proiettili esplosi dai militari è andato a segno e i malviventi hanno imboccato la superstrada 77  con una gomma forata in direzione monti, ma sono stati bloccati da altre due pattuglie dei carabinieri che si erano posizionate in modo tale da ostruire la carreggiata all’altezza di Trodica.

Con comprensibile stupore i carabinieri hanno scoperto a bordo dell’auto due persone: due minorenni magrebini di 16 e 14 anni. Entrambi sono stati arrestati. Uno dei due presentava una ferita da arma da fuoco ad un piede, conseguenza di uno dei colpi esplosi dai carabinieri che avevano evitato di essere investiti. Infatti, nella rocambolesca fuga uno dei giovani si era aggrappato al portapacchi dell’auto.

Altri due complici, entrambi magrebini minorenni di 16 e 14 anni, che erano riusciti a dileguarsi durante la fuga sono stati rintracciati all’alba di oggi al termine di una vera e propria caccia all’uomo in cui sono state impiegate nove pattuglie e che ha fornito risultati positivi. Le indagini hanno portato anche al rinvenimento nelle campagne intorno Civitanova di ben cinque autovetture rubate in zona nei giorni scorsi e poi date alle fiamme in quella che per i quattro minorenni è stata una notte di ordinaria follia.

Secondo gli inquirenti, i quattro arrestati sono parte di una banda che nelle scorse settimane ha razziato la zona, mettendo a segno numerosi furti. Si indaga anche per verificare la presenza di ulteriori complici.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X