Rugby, Il Cus Camerino vince in volata
Perugia sconfitto 18-17

- caricamento letture
perugia-camerino-rugby-0081-300x225

La formazione del Cus Camerino al completo dopo il successo contro Perugia

di Paolo Ortolani

Camerino cala l’asso, si ma di bastoni. Che la gara sarebbe stata equilibrata era facile prevederlo. E’ lo scontro al vertice tra la prima e l’inseguitrice. E così è stato per il centinaio di tifosi e appassionati convenuti al Luzi per assaporare un gradevole tepore autunnale e il gusto del buon rugby. E bella partita è stata. Le due squadre, massima espressione nel proprio girone del rugby marchigiano e umbro, hanno dato vita ad un incontro di pregevole livello tecnico e agonistico. Arbitra il sig. Chiarioni di Città di Castello. Si parte senza timori di sudditanza da ambo le parti. Gli universitari concretizzano un quarto d’ora di forte pressione con la meta che sblocca il risultato solo a metà del primo tempo. E’ Romani che passa all’incasso per i padroni di casa dei primi 5 punti. Perugia non ci sta e infila una sequenza di due calci di punizione che allo scadere del primo tempo ribalta il risultato. La campanella dell’intervallo certifica il vantaggio di 6 a 5 per gli ospiti. Il risultato da sé già la dice lunga sul filo di quell’equilibro sul quale si è sviluppata la gara. Al 6’ della ripresa i perugini ancora implacabili nei calci da fermo allungano ancora di 3 punti. Negli ultimi venti minuti di gioco, malgrado una gara condotta senza quartiere, le forze dei contendenti sembrano raddoppiare. E’ il momento più appassionante ed emozionante. Al 25’ ancora Ronconi con una meta e relativa trasformazione a portare il risultato parziale in parità: 12 a 12! Malgrado il dispendio di energie prodigate, i giocatori mettono in campo anche il cuore pur di onorare la propria maglia. Camerino e Perugia senior danno fondo alle ultime risorse e la partita diventa al cardiopalma. Allo scadere ancora Ronconi, sicuramente tra i migliori in campo oggi, calcia due volte tra i pali alti della grande acca per fissare il punteggio della propria squadra a 18. A tempo scaduto,  qualcuno dei camerti è già con la testa sotto la doccia. L’arbitro ha già dichiarato che, “a palla morta”, avrebbe fischiato la fine. Perugia, squadra matura ed esperta, tenta di cogliere di sorpresa i “ragazzini” di casa. E ci riesce. La meta arriva e fa male: 18 a 17 e c’è ancora da calciare la trasformazione che avrebbe deciso tutto. Un silenzio incredibile aleggia mentre l’umbro predestinato al prezioso calcio si concentra con il peso della responsabilità. L’ovale inizia la parabola in maniera quasi irreale e esce di quel tanto che serve a far esplodere tifosi e giocatori di casa in un tripudio di felicità. Il Cus Camerno rugby vince 18 a 17. Camerino incassa i 4 punti e consolida il primato in classifica.

CUS CAMERINO: Bisbocci, Titini, Merli, Macaluso, Torresi, Cerqueti, Pavoni (c), Romani, Ortolani, Ronconi, Giordani, Ossoli, Lucaioli, Corsalini, Giordani e Paganelli. A dispozione: Di Buonaventura, Bruciaferri, Damiani, Stefani, Galassi, Coanuto, Ariano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =