“Venanzetti Cultura”
con Filippo Davoli

MACERATA - Al via una serie di appuntamenti su arte, poesia, scrittura, musica, danza, fotografia
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
davoli

Filippo Davoli al Caffè Venanzetti

di Martina Brescia

Parte sabato 26 novembre l’iniziativa “Venanzetti Cultura”. Cominceranno così a susseguirsi nei locali dello storico Caffè Venanzetti una serie di appuntamenti su arte, poesia, scrittura, musica, danza, fotografia organizzati e curati da Filippo Davoli, scrittore fermano che da sempre vive e lavora a Macerata, ex direttore della rivista “Ciminiera”. L’idea è quella di un salotto di incontri informali con personaggi provenienti da diversi ambiti artistici e culturali del calibro di Gian Ruggero Manzoni, Andrea Ponso, Gabriel Del Sarto, Eugenio De Signoribus, Renata Morresi, Gaetano Fiacconi, Franco Loi, Gianfranco Fabbri, Lorenzo Anelli; ci sarà una serata di flamenco con Adriana Grasselli e, in totale controtendenza mondiale, un omaggio al fumo e ai fumatori con Pier Francesco Giannangeli. Al primo appuntamento di sabato, che si chiama “Poesia con thè”, verrà presentato il libro “L’ordine del respiro” di Alessandro Catà, scrittore caro a Milo De Angelis, che ha di recente pubblicato con “La vita felice”. Per l’occasione verrà offerto del thè a tutti gli intervenuti.

Ogni mese ci sarà una piccola personale d’arte che farà da cornice agli altri eventi. Davoli si riserva di svelare gli appuntamenti volta per volta, nel rapporto amicale dell’incontro al bar. L’aspetto cruciale di questo salotto è la totale assenza di appoggio economico: l’idea di fondo è quella di una cultura a costo zero, dove gli artisti sono realmente motivati al dialogo con la gente senza alcun fine economico. L’iniziativa del “Venanzetti” senza dubbio ha come obiettivi principali quelli di dare vita al centro storico nei pomeriggi del fine settimana, la promozione del Caffè come luogo d’incontro (com’era nell’antica tradizione di questo ritrovo storico di Macerata) e la rivalutazione di Galleria Scipione. Il Presidente della Provincia Pettinari in campagna elettorale si era pronunciato a favore di un restyling e di una valorizzazione di questo importante spazio: una valorizzazione che il “Venanzetti” e Davoli hanno già messo in atto senza chiedere l’appoggio di Comune e Provincia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X