Vittoria sofferta del Cus Macerata
contro i Gladiatores Matelica

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Trillini

Il capitano del Cus Macerata Alessandro Trillini

di Vincenzo Paci

Vittoria doveva essere, vittoria è stata. Il CUS Macerata dopo aver avuto in mano la partita, sembrava averla buttata via, ma se ne riappropriava con le unghie e con i denti a discapito di una buonissima Matelica che ha avuto solo la sfortuna di trovarsi davanti una squadra con un bisogno famelico di vittoria e a digiuno da troppo tempo. Partita caratterizzata dal grande equilibrio in campo, ma anche dal punto di vista delle assenze: se Palmioli deve fare a meno di Orioli, in casa Matelica si fa sentire l’assenza di Montemezzo in cabina di regia. Nel primo quarto serve un grosso aiuto delle seconde linee CUS per permettere ai padroni di casa di rimanere agganciati agli ospiti, lanciati da tre tiri dalla lunga distanza griffati Luzi e Mencucci. Nel secondo periodo minifuga dei cussini che approfittano di un momento infelice al tiro dei Gladiatores che riescono comunque a rimanere a contatto con un gioco da tre punti di Massari. Squadre al riposo sul 31-28. Alla ripresa dei giochi pesante blackout dei padroni di casa che regalano ben 20 punti agli avversari senza quasi colpo ferire e permettono agli uomini di Sestili di raggiungere il massimo vantaggio dell’incontro: +9 a tre minuti dalla fine del periodo. I maceratesi in qualche modo limitano i danni presentandosi alla resa dei conti con cinque punti da recuperare. La rimessa in gioco dell’ultima frazione di gioco segna l’inizio del Trillini show: il capitano dei locali con una tripla da quasi 8 metri, l’ultima di una serie di tre in rapida successione, firma l’aggancio e il sorpasso dei cussini che da quel momento dovranno rispondere colpo su colpo ai tentativi di rientro. Dopo l’ennesimo finale convulso e una sequela infinita di errori ai liberi da entrambe le parti, il CUS riuscirà a spuntarla grazie ad un paio di grandi difese e ad un fondamentale rimbalzo di Pucciarelli. Risultato finale 61-59. In casa CUS grande la prova di Trillini con un ottimo 4/7 da tre, maiuscola quella di Santinelli in doppia doppia con 11 rimbalzi.

il tabellino:

CUS MACERATA: Fiordomo ne, Trillini 18, Funari 3, Core 4, Santinelli 17, Medei 4, Pucciarelli 9, Cerescioli 4, Pierini 2. All.Palmioli.

GLADIATORES MATELICA: Carducci, Cingolani 4, Luzi 18, Mencucci 18, Sestili ne, Papilli 7, Eustacchi 1, Cruciani 4, Massari 7. All. Sestili.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X