Ritirata la mozione sulle strisce blu
L’opposizione chiede le dimissioni di Urbani

TORNA IL CONSIGLIO COMUNALE - L'assessore dell'Idv è stato duramente criticato per la delibera che regolamenta la sosta a pagamento, sospesa mezz'ora prima dell'inizio del consiglio. Deborah Pantana e Fabio Massimo Conti parlano di sfiducia da parte della Giunta
- caricamento letture
urbani

L'assessore Ubaldo Urbani

di Alessandra Pierini

(foto-servizio di Guido Picchio)

Dopo la pausa estiva il consiglio comunale ha ripreso i lavori questo pomeriggio. Le vacanze comunque non hanno modificato le  abitudini e ancora una volta, come ormai capita sempre più spesso nella sala consiliare di Macerata la discussione si protrae a lungo, talvolta anche con interventi interessanti e significativi ma alla fine non si arriva a decisioni importanti e l’immobilismo vince sul bene della città. Si è quindi parlato a lungo dell’ormai nota sanzione di 39 euro per la mancata esposizione del tagliando del parcheggio sulle strisce blu quando mezz’ora prima la Giunta aveva sospeso la delibera fino al 10 ottobre (leggi l’articolo) e, per finire, la mozione presentata dal consigliere del Pdl Riccardo Sacchi è stata ritirata in attesa di conoscere le prossime mosse della maggioranza. «Abbiamo vinto» si esulta nei banchi di  opposizione anche se la  vittoria è piuttosto insipida.
La seduta ha preso il via con la comunicazione del sindaco Romano Carancini in merito alla questione della vendita della Smea al Cosmari la quale sembrava ormai decisa ma continua a fluttuare nell’incertezza: « Tutta la vicenda si è trasferita sul piano politico – ha annunciato il Sindaco – e può rischiare in questa fase delicata di comportare una serie di danni per i lavoratori e per un quadro istituzionale di gestione dei rifiuti».

sacchi_pistarelli

Il consigliere Riccardo Sacchi

Il consiglio ha poi discusso la mozione di Riccardo Sacchi (Pdl) che chiedeva, non solo la revoca della sanzione amministrativa per scontrino non esposto o non leggibile, ma anche l’attuazione delle norme che prevedono la destinazione di parte dei proventi dei parcheggi al miglioramento della mobilità urbana e la presenza di parcheggi gratuiti nelle immediate vicinanze di quelli a pagamento. A questo punto l’assessore Ubaldo Urbani ha comunicato la sospensione della delibera oggetto della mozione. Immediata la risposta di Deborah Pantana (Pdl) che si è rivolta direttamente ad Urbani: «Assessore, lei è stato smentito dai suoi colleghi di Giunta e ha perso la sua battaglia per la legalità con la quale voleva portare la multa di 39 euro a Macerata. Secondo me lei dovrebbe dimettersi  immediatamente. La poltrona piace ma quello che è accaduto oggi non è giustificabile. La maggioranza le ha detto che avrebbe votato la mozione di Sacchi e la Giunta è tornata indietro sulla decisione presa. Finalmente è venuto fuori che c’è una forte illegittimità nella proporzionalità tra parcheggi blu e bianchi, Finalmente possiamo dire che i problemi nella sosta ci sono. La paura di non trovare un euro per lo scontrino è diventato un incubo».

ricotta

Narciso Ricotta (Pd)

Critico con la scelta della sanzione anche Narciso Ricotta (Pd):  «Dobbiamo ragionare con buon senso e intelligenza quindi ritengo giusta la sospensione della delibera. Mi attendo dall’ amministrazione delle risposte, ma nel frattempo chiedo al presentatore di ritirare la mozione». Sul codice della strada e sulla sua applicazione è intervenuto Francesco Luciani (Pdl): «Se c’è una legge che prevede una sanzione che bisogno c’era di fare  una delibera? Il problema è che innanzitutto vanno messe in sicurezza le strade, poi dobbiamo predisporre un 30% di parcheggi a strisce bianche, poi possiamo applicare anche la sanzione che non è quella di 39 euro prevista dall’articolo 157 ma quello di 24 euro contenuta nell’articolo 7 comma 15». Critico anche Pierfrancesco Castiglioni , anche lui del Pdl: «Chiedo alla Giunta di ritirare questa delibera non condivisibile. Prolungare i tempi  non è una soluzione. Prima di prendere queste decisioni pensateci meglio ed  evitate figuracce». Ha focalizzato l’attenzione su un problema concreto Stefano Blanchi dei Comunisti Italiani: «I parchimetri sono pochi e in posizione scomoda. Dobbiamo mettere i cittadini in condizione di pagare».
banchi_pdlDuri anche gli interventi di Claudio Carbonari del Pdl («E’ una delibera che nasce nel periodo delle ferie, è una brutta sorpresa, intanto aspettiamo ancora il parcheggio di rampa Zara »), di Fabrizio Nascimbeni e Francesca D’Alessandro di Macerata è nel cuore («Il Comune è inadempiente e non può pretendere l’adempimento di tutti, non si può perdere un pomeriggio a parlare di qualcosa che è stato ritirato, non ce lo possiamo permettere»), di Fabio Massimo Conti della lista Conti («Il rinvio dell’esecutività della delibera sui 39 euro è politicamente una sfiducia ») e di Marco Guzzini del Pdl («La maggioranza è stata in aula per metà del dibattito e non possiamo andare avanti con questa situazione insopportabile»). Parla di strumentalizzazione Romano Carancini: «La delibera è di 14 pagine ma si insiste solo sulla sanzione». La mozione è stata ritirata.

carelli_pantana_sacchi

Luigi Carelli del Pd, Deborah Pantana e Riccardo Sacchi del Pdl

Il consiglio ha poi approvato le variazioni di bilancio proposte dall’assessore Blunno.
Nel corso della seduta sono state presentate anche diverse interpellanze e interrogazioni. Riccardo Sacchi (Pdl) ha interrogato l’assessore Luciano Pantanetti sul collegamento tra i quartieri di Colleverde e Collevario. Massimo Pizzichini (Udc) ha interrogato Pantanetti sulla manutenzione di via dell’Acquedotto e borgo Peranzoni, che secondo l’assessore non sono in questo momento nella lista dellae priorità e dovranno attendere il prossimo bilancio. Pizzichini ha poi chiesto al sindaco Carancini spiegazioni in merito alle dichiarazioni dell’ex vice sindaco Lorenzo Marconi sulla figura di Cesare Spuri (leggi l’articolo), dirigente dell’Ufficio Tecnico. Carancini ha dichiarato di non conoscere le motivazioni dell’intervento di Marconi e Pizzichini ha chiesto formalmente un’audizione dell’ex amministratore per chiarire le sue affermazioni. Si è parlato poi della disinfestazione delle zanzare e delle batbox diffuse sul territorio comunale, della situazione delle polveri sottili e della rimozione delle attrezzature gioco per i bambini da diverse aree verdi per manutenzione.

roberta_pallonari

La dirigente del servizio di Polizia Municipale Roberta Pallonari

sacchi_pistarelli1-300x199   V4D1039-300x199   V4D1141-300x200   banchi_pdl1-300x199   blanchicarancini_maricarbonari[   carbonari_pantananfabrizio_nascimbenilucianipantana-1-300x199



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X