Commercio abusivo: mille prodotti sequestrati dalla Finanza

Il bilancio delle attività di potenziamento dei servizi di vigilanza estivi
- caricamento letture

guardia-di-finanzaE’ molto positivo il bilancio del potenziamento dei servizi di vigilanza estivi a Civitanova Marche e Porto Recanati che ha visto impegnati cinque finanzieri i quali  fino all’ultimo week-end hanno operato sul litorale di  Civitanova e Porto Recanati. Sono stati infatti sequestrati circa mille prodotti contraffatti, con un duro colpo all’abusivismo commerciale, e 20 grammi di droga.

I militari sono tornati ai rispettivi Comandi i finanzieri dopo aver  operato nei comuni maggiormente interessati ai flussi turistici nel periodo estivo, grazie alla fattiva collaborazione delle amministrazioni comunali che si sono accollate gli oneri della permanenza dei militari nelle loro città. L’impegno assunto dai Comuni e dalla Guardia di Finanza ha dato attuazione alle previsioni dei patti per la sicurezza sottoscritti nella Prefettura di Macerata lo scorso mese di maggio alla presenza di Alfredo Mantovano,  Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Interno.

I militari, unitamente ai colleghi della Compagnia di Civitanova Marche e della Tenenza di Porto Recanati, hanno pattugliato in divisa ogni sera il litorale delle due cittadine contrastando l’abusivismo commerciale, effettuando dei servizi di contrasto allo spaccio di stupefacenti nei locali di aggregazione dei giovani sul lungomare, nel contempo garantendo la sicurezza dei numerosi turisti che affollavano i due comuni. Nel mese di agosto sono state impiegate complessivamente 61 pattuglie  con l’impegno di 173 militari, in 26 casi affiancati dalle unità cinofile.

L’attività si è conclusa con il sequestro di quasi un migliaio di prodotti contraffatti che avrebbero fruttato circa 30.000 euro ai venditori abusivi e con il sequestro di oltre 20 grammi di droga. Per quanto riguarda l’abusivismo, l’attività di prevenzione e repressione, effettuata anche con il concorso delle Polizie Municipali, ha portato di fatto all’azzeramento del fenomeno a Civitanova Marche ed ad un sostanziale ridimensionamento a Porto Recanati.

Il caso più eclatante è stato quello accaduto a Porto Recanati durante i festeggiamenti per il patrono: due ambulanti ,ai quali le Fiamme Gialle stavano sequestrando la merce, hanno accerchiato i militari insieme a numerosi extracomunitari e li hanno costretti a rifugiarsi in una abitazione privata. Da lì i finanzieri hanno potuto allertare i rinforzi  (leggi l’articolo).



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X