Tutti contro tutti

- caricamento letture
capponi_09-300x209

Mario Lattanzi con Franco Capponi

“E’ indecoroso trovarci nella stessa coalizione dei finiani di Fli”. La dichiarazione del coordinatore comunale de La Destra Macerata Marco Bernabei ha suscitato diverse reazione, a partire da quella di Mario Lattanzi, coordinatore provinciale del Pdl:

“Mi dispiace – scrive Lattanzi -.  Una polemica interna alla nostra coalizione appare  fuori luogo. Nel momento in cui c’è da raccogliere tutte le forze in campo per vincere una sfida elettorale difficile ma assolutamente alla portata, non mi sembra il caso di esprimere giudizi sul comportamento politico di soggetti e schieramenti alleati. In questa, come nelle passate elezioni, il centro destra ha voluto accogliere e tutelare quanti condividono idee e progetti per una provincia migliore. Da tempo  la destra è fedele alleata del PDL e sostenitrice di Franco Capponi. Riconosco a questo partito e ai suoi dirigenti coerenza, correttezza ed impegno, ma  non mi sembra ora il caso di trovare motivo di polemica con chi, pur avendo fatto a suo tempo una scelta per noi discutibile, si trova ora, a livello provinciale, sulle nostre stesse posizioni. Ritengo sia un elemento positivo a dimostrazione che da noi il terzo polo non esiste per motivi, se si vuole, anche storici. E poi ci sono i rapporti personali che non vanno messi in secondo piano, rapporti che in certe situazioni valgono almeno quanto le appartenenze politiche. La consultazione elettorale dà a tutti possibilità di visibilità e rappresentanza. La vittoria finale ancor di più. E noi puntiamo a questa”.

paolini-lega-nord

Rodolfo Paolini

 

L’onorovele Luca Rodolfo Paolini, segretario nazionale della Lega Nord Marche, attacca l’ex leghista Enzo Marangoni che nei giorni scorsi si è scagliato contro le Province e contro i partiti (Lega Nord compresa)

“Marangoni getta fango, oggi, sui partiti, sulla Lega e sui suoi uomini, definendoli  comitati d’affari e poltronari – scrive Paolini – . Parla uno che nel 2009 ha dichiarato – ed è pubblicato su internet – un reddito di poco più di 5000 euro, mentre quest’anno, come consigliere regionale, eletto grazie ad un partito, porterà a casa almeno 15 volte tanto! Uno che parla così, come minimo, dovrebbe dimettersi dalla carica, visto che quel posto l’ha avuto grazie alla candidatura e ai voti  di un partito. Se non lo farà – e non lo farà – abbia almeno la dignità di tacere e non offendere chi, come me e centinaia di altri, di tutte le formazioni,  hanno fatto politica “a gratis” per anni, seriamente, con impegno e studio, per passione civile, e nel tempo libero dopo il lavoro. D’altra parte, che coerenza volete che abbia un signore che per “rottamare” i partiti ne  fonda due nuovi, che per abolire le province si candida a Presidente di Provincia, che finchè è stato consigliere provinciale ha sempre preso il relativo stipendio senza fiatare,  che per abborracciare due liste “civiche” con appena 28 persone in tutto, non ha trovato nulla di meglio che mettere insieme vecchie glorie del Movimento Sociale e di Rifondazione Comunista  con un espulso e tre fuoriusciti della Lega”.

***

Il candidato presidente Enzo Marangoni, lunedì (25 aprile) sarà dalle ore 10 all’Abbadia Di Fiastra per presentare il programma per le elezioni amministrative ed ascoltare i cittadini, seguirà un incontro conviviale sino al primo pomeriggio. Dalle ore 17 il candidato sarà presente a Porto Recanati, lungo il corso, per incontrare i cittadini.

***

craxi-stefania3-300x199

Stefania Craxi a Civitanova con Franco Capponi (foto Vives)

Daniele Salvi (Pd) chiede le dimissioni del Sottosegretario degli esteri Stefania Craxi che giovedì scorso a Civitanova ha paragonato la sinistra marchigiana alla mafia:

Le parole di Stefania Craxi sono indegne di un Settosegretario di Stato. La signora Craxi si dovrebbe dimettersi. Chiedo formalmente al candidato presidente della destra Franco Capponi se condivide le parole pronuciate dalla sua supporter e che non ripeto per carità di patria. Esse sono inqualificabili ed offensive. Se una figura istituzionale cade così in basso, al punto di paragonare una parte politica a ciò che è illegale e criminoso non ci stupisce che da quella parte politica possano venire manifesti come quelli che hanno recentemente paragonato i magistrati alle Br. Tra l’altro le sue folli esternazioni dimostrano una totale ignoranza della realtà sociale ed economica delle regioni del Centro Italia e in particolare della provincia di Macerata. Stefania Craxi ha insultato tutti i cittadini di questa provincia. E’ bene che il signor Capponi scelga con più oculatezza chi viene a sostenerlo in campagna elettorale”.

***

La lista “Democrazie e Legalità” che sostiene la candidatura a presidente di Francesco Acuaroli attacca la coalizione di centrosinistra e il suo candidato presidente, Antonio Pettinari:

“Pettinari dell’UDC era il Vice Presidente della Provincia in pieno accordo con il Presidente Capponi. Hanno lottato fino all’ultimo per restare al governo della provincia insieme. Ora il Vice presidente del centro destra è candidato Presidente con il centro sinistra! Riteniamo che i veri cambiamenti si possono realizzare solo con ottimi programmi, ma quali saranno le differenze nei programmi dell’ex Presidente e del suo Vice? Uguali. Bel cambiamento…

Gli elettori dell’UDC che sino ad oggi hanno votato centro destra come la prenderanno? Come continuerà a governare l’UDC insieme al PDL nei comuni dove siedono negli stessi schieramenti come a Civitanova e a Porto Recanati? Come riuscirà a fare opposizione il PD in questi comuni?   Cosa diranno i maceratesi relativamente a questo cambio di squadra? che alla fine i politici sono tutti uguali ! Riteniamo che in questo particolare momento di crisi, i cittadini cercano un cambiamento che deve essere prima di tutto di coerenza, mentre invece per l’ennesima volta questi comportamenti portano ad un disamoramento della politica,  che rischia di far vincere l’astensionismo. Per questo siamo scesi in campo, per portare un grande cambiamento!”

***

costamagna-pettinari

Antonio Pettinari e Ivo Costamagna

Interviene anche Ivo Costamagna, coordinatore provinciale del Psi, spiegando le ragioni per le quali la lista “La Nostra Provincia” sostiene Antonio Pettinari:

“Questa lista  sarà la sorpresa delle prossime elezioni provinciali di Macerata:
questa lista, arricchita dalla sua Civica pluralità interna, è la componente della simistra riformista ed ecologista di una coalizione (PD – UDC – IDV) che, altrimenti, ne sarebbe stata priva. Insomma un “valore aggiunto” importante e necessario per governare meglio le tante problematiche di una Comunità laboriosa come quella maceratese. “Fai contare le idee che contano” è, non a caso, lo slogan che caratterizzerà la lista in campagna elettorale. Il nostro è un progetto che non si fermerà il 29 maggio ma che ha un obiettivo più ambizioso a partire dalle elezioni comunali che nel 2012 ci vedranno insieme a Civitanova, Tolentino, Corridonia e, con ogni probabilità, anche nelle elezioni anticipate di Porto Recanati . Poi ci saranno le Elezioni Politiche ed è questa la “strada” che viene indicata ad un centrosinistra che, a livello nazionale, continua,  purtroppo, a sbandare confuso in questa lunga ma, ormai, al termine pseudo Seconda Repubblica. Insomma un piccolo ma interessante… “laboratorio maceratese”. Il Psi è l’asse portante, politico ed organizzativo, della Lista “La Nostra Provincia” e come tale è stato riconosciuto non solo dai tanti compagni che sono, finalmente, rientrati nel Partito  ma anche da tanti candidati ed esponenti di raggruppamenti civici.

La lista annuncia l’arrivo dell’onorovole Bobo Craxi (segreteria nazionale del Psi) previsto per il 6 maggio alle 17,30 nella sala convegni dell’Hotel Grassetti di Corridonia. Sarà in provincia anche l’onorevole Angelo Bonelli (presidente nazionale dei Verdi), data  e luogo ancora da definire.

Intanto martedì 26 apirle, alle ore 14, all’Hotel Grassetti arriverà il segretario nazionale dei centristi Lorenzo Cesa per la presentazione della lista dell’Udc.

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X