La Civitanovese si lecca le ferite
dopo la stangata del giudice

Serie D ferma, domenica di riposo per i rossoblù
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

di Emanuele Trementozzi

Dopo la gara persa in casa contro il Santarcangelo, come previsto è arrivata la stangata del Giudice Sportivo sulla Civitanovese. Due giornate a Cucco per la manata a gioco fermo su Del Pivo ( con giallo in cumulo perché il rosso è stato diretto ), una giornata per Orlando e Rachini ( il primo espulso per doppia ammonizione e il secondo direttamente dalla panchina ) e tre giornate per mister Morganti, sconsolato ma deciso a non abbattersi. Ma il provvedimento sportivo non ha riguardato solo i calciatori espulsi, bensì la società e il Polisportivo. La Civitanovese ha visto infatti comminarsi 3000 euro di multa, per il lancio di due bottigliette di plastica di 1/2 litro piene d’acqua “una delle quale sfiorava un calciatore della squadra avversaria”, un accendino, una mazza di legno per tamburi e un petardo esploso sul campo. Al Polisportivo è stata invece comminata la diffida, che va ad aggiungersi al già disputato turno a porte chiuse contro il Fossombrone; una recidiva che ha pesato sul referto del Giudice Sportivo. In totale per quest’anno sono 6800 gli euro di multa che la Civitanovese ha dovuto sborsare alla Federazione. Intanto domenica il campionato sarà fermo per la gara della Rappresentativa di serie D nel torneo di Viareggio e così mister Morganti ha ordinato la disputa di un’amichevole contro la formazione Juniores per fare in modo che i propri ragazzi non restino fermi a lungo. Appuntamento ufficiale per domenica prossima, quando i rossoblù faranno visita alla Santegidiese.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X