Tolentino, mazzata del giudice
Il presidente Longhi squalificato
fino al 30 giugno

Multa di 400 euro alla società e due giornate a Capparuccia
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Il presidente del Tolentino Giorgio Longhi, squalificato fino al 30/06/2011

di Paolo Del Bello

Quella adottata dal giudice sportivo nei confronti del Tolentino è stata una vera mazzata. La società cremisi è stata multata di 400 euro “Per aver durante la gara alcuni propri sostenitori insultato reiteratamente l’arbitro ed un AA; per avere inoltre permesso ad un sostenitore di sostare nello spazio antistante gli spogliatoi a fine gara per rivolgere frasi irriguardose ad un AA, per avere infine alcuni esagitati a fine gara e mentre l’arbitro lasciava l’impianto sportivo, insultato la terna arbitrale”. Squalifica fino al 30 giugno 2011 al presidente Giorgio Longhi perché a fine gara, non in distinta, si presentava all’arbitro chiedendo di entrare nel proprio spogliatoio per avere spiegazioni su alcune decisioni tecniche assunte dal direttore di gara. Una volta entrato nello spogliatoio iniziava a insultare e minacciare l’arbitro e i due AA proferendo frasi blasfeme minacciose ed offensive. In tale frangente spintonava leggermente con una mano al petto l’arbitro senza causare alcuna conseguenza venendo allontanato da due agenti delle forze dell’ordine presenti; mentre veniva allontanato colpiva  con calci e pugni la porta dello spogliatoio reiterando nelle offese ad un A.A. Squalifica fino al 09 marzo 2011 al dirigente a Bruno Marinelli, perché espulso per comportamento inopportuno, al termine della gara rivolgeva alla terna arbitrale gravi e reiterate frasi offensive e irriguardose. Squalifica di due giornata al giocatore Capparuccia, perché espulso dal campo per fallo di reazione. Dopo questi provvedimenti presi dal Giudice Sportivo si evince che la terna arbitrale di domenica scorsa è stata coerente fino alla fine e che ha riportato tutto nel referto. E’ stato cosi accontentato il presidente Giorgio Longhi che già nell’intervista rilasciata al termine di Tolentino-Urbania aveva dichiarato che aveva espressamente chiesto all’arbitro una squalifica di quattro mesi. Gli altri provvedimenti erano per certi versi erano più o meno previsti. Quello che non era previsto e che lascia molti dubbi e considerazioni in chi ha seguito domenica scorsa la gara tra il Tolentino e l’Urbania, è stata la scelta fatta dal designatore arbitrale. L’operato della signorina Eva Petricciuolo nella partita di domenica scorsa è stato giudicato positivamente tantè che la stessa ieri pomeriggio ha fatto parte della terna che ha diretto il recupero tra l’Urbino e l’Elpidiense Cascinare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X