Settempeda, Scarpeccio sulle rivali:
“Occhio a Folgore e Serralta”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Il dirigente della Settempeda Gianni Scarpeccio

Lo noti quando arriva l’arbitro. Lui lo accoglie nello spogliatoio, con l’accompagnatore Marco Nardi snocciola la distinta, è a supporto della stampa fornendo le formazioni, rende noti i risultati delle avversarie a fine gara con l’orecchio attento alle variazioni ed ai “finali” che giungono via etere. Tasta il polso alla squadra con la dote che maggiormente traspare dalla sua signorile figura. Mai una parola fuori luogo né variazioni eccessive nel tono della voce. Gianni Scarpeccio, all’anagrafe Giovannino, classe ’52, è una persona misurata, pur tuttavia non nuova all’esperienza calcistica alla quale è tornato dopo una parentesi di diverse stagioni fa al Tolentino, dove ascese due categorie, dalla Promozione alla C2, con l’amico di sempre, oggi tecnico professionista, Fabrizio Castori.
“Quando iniziai, 25 anni fa, con l’attuale co-presidente Sandro Teloni la mia esperienza lavorativa alla Banca Mediolanum – afferma Scarpeccio – non potevo immaginare che Sandro mi trascinasse in quest’avventura. Invece, eccomi qua. Con entusiasmo. Pronto a scortare per il secondo anno consecutivo la Settempeda nel suo viaggio, speriamo breve, nel torneo di 2^ Categoria girone F”. Obiettivo dichiarato la vittoria del campionato? “Direi piuttosto che il nostro obiettivo è il salto di categoria, avendo a disposizione una rosa competitiva. Dobbiamo giocare gara dopo gara, senza assilli, in modo da arrivare alla fine della stagione in perfetta forma anche per affrontare eventuali play-off, nonostante quella sia una strada più tortuosa e difficile da percorrere”. Le avversarie più quotate? “Indicherei già nella Folgore Castelraimondo e nello stesso Serralta le formazioni maggiormente attrezzate per il salto di categoria. Non trascurerei sorprese come l’attuale San Claudio. Del resto ogni anno c’è posto per un outsider che sfugge ai pronostici. Inoltre Caldarola e Urbisaglia si stanno rafforzando. Sono da monitorare costantemente”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X