Tacconi (Udc): “Lo Sferisterio
deve ampliare i propri orizzonti”

- caricamento letture
consiglio-guido-picchio

Ivano Tacconi

Da Ivano Tacconi, capogruppo Udc in Consiglio comunale:

Da molti anni seguo i programmi dello Sferisterio, condivido che senza un adeguato  sostegno pubblico, la lirica, la prosa e il balletto non possono chiudere i loro bilanci in pareggio. Però tantissime opportunità  per queste stupenda struttura non  sono state mai prese in considerazione dai politici maceratesi interessati. Si aspetta sempre la Regione, la Provincia, lo Stato e soprattutto il Comune di Macerata dove ricordo solo un competente volontario: l’Assessore David Calise. Gli altri sono stati sempre profutamente pagati. Le realtà diverse hanno messo paura al Comune e anche alla provincia. Alla sinistra politica, piace molto  aggregare strutture in una unica gestione, vedasi la sanità regionale, Macerata si aggancia  sempre  tendendo la mano per il solito zeccherino che tradizione vuole sia consegnato al più ubbidiente. Tutti gli anni dobbiamo soffrire amministrativamente per Macerata Opera, gruppi che si recano, in Germania, negli Usa  per la promozione senza un programma ben preciso di obbiettivo, addirittura in queste occasioni  gli sponsor spesso non vengono invitati, basta ricordare Nero Giardini  che abbandonò proprio per questo motivo. C’è stato anche il rifiuto di trattare con una società  svizzera che chiedeva una possibile gestione dell’Arena Maceratese  (è anche educazione rispondere) no, la prepotenza di questi pochi,  fa si che si litighi anche con la città di Civitanova Marche la quale può dare molto al nostro teatro. Il consigliere regionale  Francesco Acquaroli ha intuito subito che i politici di Macerata sono chiusi  su quanto può accadere. Curare  con professionalità le pubbliche relazioni attraverso gli Sponsor e la Politica per utilizzare lo Sferisterio nelle  manifestazioni RAI estive, che precedono o chiudano la stagione lirica dando anche più risalto alla bella struttura, fa parte di questi contatti. La fascia costiera romagnola, marchigiana e abruzzese  con un entroterra da  vere armonie  è scollegato al marketing  della gestisce  Arena Maceratese. Non si è intuito neppure nonostante la mano tesa di qualcuno,dell’occasione: Padre Matteo Ricci, opere collegate a questo evento non possono essere pubblicizzate con manifesti di quartiere  e qualche immagine in Cina, Organizzare  Viaggi  nelle Marche con fermata all’opera è il risultato possibile economicamente per far vivere il bilancio della lirica e soprattutto rilanciare per anni lo Sferisterio. Quante volte ci siamo sentiti dire da prestigiosi ospiti  di Musicultura “Bellissimo teatro non lo conoscevo peccato però”……… quel peccato però… siamo noi, la nostra paura di delegare e sperimentare persone nuove.Per le stagioni 2010 -2011 chiederò al Sindaco se sono stati stipulati contratti di sponsorizzazioni pluriennali e se si con quali società, infine chiedero anche l’esatto importo della collaborazione con la Società Gaz de France. La nostra città  deve difendere il suo prestigio di città bella  tutto l’anno, le nuove leve politiche dovranno essere capaci di difendere quanto è stato ereditato”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X